← Vedi l'indice di tutto sulle patenti

Certificato anamnestico, certificato medico: tutto quello che devi sapere sui certificati medici per le patenti

Il certificato anamnestico per il rinnovo della validità della patente è un’autocertificazione che sostituisce la certificazione medica sullo stato di salute della persona che viene rilasciata dal medico a chi si accinge per la prima volta a prendere la patente. Quindi per il rinnovo è un’autocertificazione sostitutiva del primo certificato che viene rilasciato a pagamento dal medico di famiglia, e per questo  ha lo stesso valore medico legale.
 

Il certificato anamnestico consente al medico certificatore che deve rinnovare la validità della patente di guida, di valutare il possesso dei requisiti previsti dalla legge e di conseguenza  di riconoscere l’idoneità alla guida.
 

Il certificato anamnestico è stato introdotto con la Legge 29 luglio 2010 n. 120, in vigore dal 13 agosto 2010, che al comma 2-ter  afferma:   "Ai fini dell'accertamento dei requisiti psichici e fisici per il primo rilascio della patente di guida di qualunque categoria, ovvero di certificato di abilitazione professionale di tipo KA o KB, l'interessato deve esibire apposita certificazione da cui risulti il non abuso di sostanze alcoliche e il non uso di sostanze stupefacenti o psicotrope, rilasciata sulla base di accertamenti clinico-tossicologici le cui modalità sono individuate con decreto del Ministero della salute, di concerto con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, sentito il Dipartimento per le politiche antidroga della Presidenza del Consiglio dei ministri.”
 

Pertanto Il certificato anamnestico deve  garantire alla collettività che il soggetto non fa  uso di droghe, non è dedito ad  abuso di alcool,  non ha  patologie che possono  compromettere la sicurezza propria e altrui durante la guida,  di un veicolo, o di  un’auto, o di una moto o  di un veicolo nautico.
 

COME SI  OTTIENE  IL CERTIFICATO MEDICO D’ IDONEITA’ ALLA  GUIDA
Il certificato anamnestico per il primo rilascio della patente,  si ottiene dopo  una  visita medica finalizzata a verificare il possesso dei requisiti previsti dalla legge per il conseguimento dell’idoneità  alla guida. Può quindi comprendere anche l’esecuzione di esami tossicologici che consentano di escludere l’uso di sostanze stupefacenti. I medici autorizzati al rilascio del certificato anamnestico sono: il medico curante, cioè il medico di famiglia di medicina generale che è stato scelto dal soggetto, il medico legale in servizio presso l’ASL  di competenza territoriale, i medici  funzionari in servizio presso il  Ministero della Salute.
 

La documentazione necessaria per ottenere il certificato medico d’idoneità alla guida  prevede: la compilazione di un modulo di  richiesta di visita medica, contenente i  dati anagrafici, i dati anamnestici, l’indicazione della tipologia di patente, un documento di riconoscimento, e  il certificato anamnestico  di cui sopra effettuato dopo visita medica in data non anteriore ai tre mesi precedenti , tre fotografie ( in caso di primo rilascio) una fotografia (in caso di rinnovo), e l’autorizzazione al trattamento dei dati personali. La documentazione può essere consegnata di persona all’indirizzo USMAF - SASN dell’unità territoriale in cui si richiede il servizio.
 

I REQUISITI DI VALIDITÀ
Ai fini della sua validità, il documento deve riportare le generalità dell’individuo che ne fa richiesta, la struttura sanitaria di appartenenza, l’oggetto del certificato stesso, la data e il luogo di rilascio, e la firma del medico che ha constatato l’idoneità fisica e psichica del soggetto a prendere o rinnovare la patente di guida. 
 

COSTO DEL CERTIFICATO ANAMNESTICO
Il costo da sostenere per il certificato anamnestico  per il primo rilascio della patente è variabile. Essendo una prestazione medica non compresa nella convenzione tra i medici di base ed il Servizio Sanitario Nazionale, è soggetta a libera tariffazione. In genere la tariffa  tabdellata dall’Ordine dei medici di appartenenza varia tra le 80,00 e le  100 euro. A tal proposito sarebbe conveniente, al momento della prenotazione, farsi dire il  costo. Se il prezzo preventivato dal medico  è troppo elevato, è possibile risparmiare rivolgendosi ai medici dell’ASL oppure al Ministero della Salute.
 

In ognil caso la spesa da sostenere per il rilasci è  la seguente:
 

  • 30,00 euro da versare sul conto corrente intestato all'USMAF che effettua la prestazione;
  • 10,20 euro da versare sul conto corrente 9001 intestato al Ministero Infrastrutture e Trasporti, esclusivamente in caso di rinnovo della patente di guida;
  •  16,00 euro sul conto corrente postale 4028 intestato al "Dipartimento Trasporti Terrestri”, esclusivamente in caso di rinnovo patente di guida.
     

Per il conseguimento della patente di guida o per il  conseguimento o rinnovo della patente nautica, è necessaria una marca da bollo da 16,00 euro.

 



← Vedi l'indice di tutto sulle patenti


NEWS
Prova di guida per il rilascio del certificato di idoneità “guida motocicli negli Stati membri UE
I certificati medici? In futuro saranno solo digitali