Torna all'elenco degli argomenti patente CQC-trasporto-merci

Quiz patente CQC-trasporto-merci per Argomento - tutte le risposte corrette:
Modulo B2

A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di alimenti sfusi deve trovarsi il certificato e contrassegno assicurativo
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di alimenti sfusi deve trovarsi l'autorizzazione dell'ente proprietario della strada
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di alimenti sfusi deve trovarsi l'autorizzazione per circolazione di prova
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di alimenti sfusi deve trovarsi l'autorizzazione sanitaria di idoneità del veicolo
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di alimenti sfusi deve trovarsi la licenza comunale per l'esercizio del servizio
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di alimenti surgelati deve trovarsi facoltativamente, il certificato ATP
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di alimenti surgelati deve trovarsi il documento di accompagnamento degli animali
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di alimenti surgelati deve trovarsi l'attestato ATP non scaduto di validità
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di alimenti surgelati deve trovarsi l'autorizzazione sanitaria di idoneità del veicolo
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di alimenti surgelati deve trovarsi la carta di circolazione
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di alimenti surgelati deve trovarsi la licenza comunale per l'esercizio del servizio
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di animali vivi deve trovarsi il documento di accompagnamento degli animali
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di animali vivi deve trovarsi il giornale di viaggio
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di animali vivi deve trovarsi l'autorizzazione dell'ente proprietario della strada
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di animali vivi deve trovarsi l'autorizzazione per la circolazione di prova
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di animali vivi deve trovarsi la licenza comunale per l'esercizio del servizio
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di carni deve trovarsi facoltativamente, l'autorizzazione sanitaria di idoneità del veicolo
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di carni deve trovarsi il bollo e documenti di accompagnamento
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di carni deve trovarsi il foglio di registrazione (disco) se con tachigrafo digitale ovvero la carta tachigrafica se con cronotachigrafo analogico
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di carni deve trovarsi l'autorizzazione sanitaria di idoneità del veicolo
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di carni deve trovarsi la licenza comunale per l'esercizio del servizio
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di rifiuti deve trovarsi facoltativamente, il certificato di proprietà del veicolo
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di rifiuti deve trovarsi il certificato di carico del container (se ricorre)
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di rifiuti deve trovarsi il certificato e contrassegno assicurativo
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di rifiuti deve trovarsi il formulario di identificazione rifiuti o installazione della black box se il veicolo è utilizzato da impresa soggetta al SISTRI
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di rifiuti deve trovarsi le istruzioni scritte per trasporto merci pericolose
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di sostanze pericolose con modalità diverse dalla cisterna deve trovarsi facoltativamente, il certificato
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di sostanze pericolose con modalità diverse dalla cisterna deve trovarsi facoltativamente, il certificato di approvazione modello DTT 306 (c.d. barrato rosa) per veicoli tipo EX/II, EX/III, FL, OX, AT e veicoli cisterna
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di sostanze pericolose con modalità diverse dalla cisterna deve trovarsi facoltativamente, l'autorizzazione sanitaria di idoneità del veicolo
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di sostanze pericolose con modalità diverse dalla cisterna deve trovarsi il certificato di carico del container (se ricorre)
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di sostanze pericolose con modalità diverse dalla cisterna deve trovarsi il certificato integrativo per carrozzerie intercambiabili
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di sostanze pericolose con modalità diverse dalla cisterna deve trovarsi le istruzioni scritte per il trasporto di merci pericolose
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di sostanze pericolose in cisterna deve trovarsi facoltativamente il certificato di approvazione modello DTT 306 (c.d. barrato rosa) per veicoli tipo EX/II, EX/III, FL, OX, AT e veicoli cisterna
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di sostanze pericolose in cisterna deve trovarsi il certificato ATP
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di sostanze pericolose in cisterna deve trovarsi il certificato di formazione professionale del conducente per trasporto merci pericolose
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di sostanze pericolose in cisterna deve trovarsi il giornale di viaggio
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di sostanze pericolose in cisterna devono trovarsi le attrezzature richieste dalle norme per il trasporto di merci pericolose
A bordo dei veicoli adibiti al trasporto di sostanze pericolose in cisterna devono trovarsi le istruzioni scritte per trasporto di merci pericolose
A bordo dei veicoli eccezionali deve trovarsi il foglio di registrazione (disco) se con tachigrafo digitale ovvero la carta tachigrafica se con cronotachigrafo analogico
A bordo dei veicoli eccezionali deve trovarsi l'autorizzazione a circolare senza scorta di polizia (se ricorre il caso)
A bordo dei veicoli eccezionali deve trovarsi l'autorizzazione dell'ente proprietario della strada
A bordo dei veicoli eccezionali deve trovarsi l'autorizzazione per circolazione di prova
A bordo dei veicoli eccezionali deve trovarsi la carta di circolazione del veicolo
A bordo dei veicoli eccezionali deve trovarsi la licenza comunale per l'esercizio del servizio
A bordo dei veicoli per trasporto di cose per conto di terzi deve trovarsi copia conforme del documento di controllo-foglio di viaggio
A bordo dei veicoli per trasporto di cose per conto di terzi deve trovarsi l'originale della licenza comunitaria
A bordo dei veicoli per trasporto di cose per conto di terzi deve trovarsi la carta di circolazione con l'indicazione dell'uso di terzi
A bordo dei veicoli per trasporto di cose per conto di terzi deve trovarsi la licenza per il trasporto di cose in conto proprio
A bordo dei veicoli per trasporto di cose per conto di terzi deve trovarsi la patente di guida del conducente e la carta di qualificazione del conducente
A bordo dei veicoli per trasporto di cose per conto di terzi deve trovarsi per i dipendenti extracomunitari al di fuori dei confini nazionali l'originale dell'attestato di conducente
A bordo dei veicoli per trasporto di cose per conto di terzi deve trovarsi una copia conforme dell'attestato di conducente
A bordo dei veicoli per trasporto di cose per conto di terzi deve trovarsi una copia conforme della licenza comunitaria in caso di trasporto di merce da Napoli a Milano
A bordo dei veicoli per trasporto merci conto terzi in ambito extra UE deve trovarsi l'autorizzazione CEMT
A bordo dei veicoli per trasporto merci conto terzi in ambito extra UE deve trovarsi l'autorizzazione internazionale dello Stato extra UE
A bordo dei veicoli per trasporto merci conto terzi in ambito extra UE deve trovarsi la carta di circolazione
A bordo dei veicoli per trasporto merci conto terzi in ambito extra UE deve trovarsi la copia certificata conforme della licenza comunitaria
A bordo dei veicoli per trasporto merci conto terzi in ambito extra UE deve trovarsi la licenza comunale per l'esercizio del servizio
A bordo dei veicoli per trasporto merci conto terzi in ambito extra UE deve trovarsi sempre il certificato di approvazione modello DTT 306 (c.d. barrato rosa) per veicoli tipo EX/II, EX/III, FL, OX, AT e veicoli cisterna
A bordo dei veicoli per trasporto merci conto terzi in ambito UE, SEE e confederazione svizzera deve trovarsi copia certificata conforme della licenza comunitaria
A bordo dei veicoli per trasporto merci conto terzi in ambito UE, SEE e confederazione svizzera deve trovarsi facoltativamente il certificato ATP
A bordo dei veicoli per trasporto merci conto terzi in ambito UE, SEE e confederazione svizzera deve trovarsi facoltativamente la carta di circolazione
A bordo dei veicoli per trasporto merci conto terzi in ambito UE, SEE e confederazione svizzera deve trovarsi il contrassegno e certificato assicurativo con estensione internazionale
A bordo dei veicoli per trasporto merci conto terzi in ambito UE, SEE e confederazione svizzera deve trovarsi licenza comunale per l'esercizio del servizio
A bordo dei veicoli per trasporto merci in conto proprio in ambito extra UE deve trovarsi il contrassegno e certificato assicurativo con estensione internazionale
A bordo dei veicoli per trasporto merci in conto proprio in ambito extra UE deve trovarsi l'attestazione per il viaggio rilasciata dall'UMC su modello DTT
A bordo dei veicoli per trasporto merci in conto proprio in ambito extra UE deve trovarsi l'autorizzazione internazionale emessa dallo Stato extra UE o autorizzazione CEMT
A bordo dei veicoli per trasporto merci in conto proprio in ambito extra UE deve trovarsi la carta di circolazione
A bordo dei veicoli per trasporto merci in conto proprio in ambito extra UE deve trovarsi la copia certificata conforme della licenza comunitaria
A bordo dei veicoli per trasporto merci in conto proprio in ambito extra UE deve trovarsi la patente di guida del conducente C o CE in relazione al tipo di veicolo
A bordo di un autocarro avente massa complessiva pari a 26 t immatricolato in uso proprio deve trovarsi il certificato di iscrizione all'Albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto di terzi
A bordo di un autocarro avente massa complessiva pari a 26 t immatricolato in uso proprio deve trovarsi il certificato e contrassegno assicurativo
A bordo di un autocarro avente massa complessiva pari a 26 t immatricolato in uso proprio deve trovarsi il contratto d'acquisto del veicolo al fine di dimostrarne la proprietà
A bordo di un autocarro avente massa complessiva pari a 26 t immatricolato in uso proprio deve trovarsi l'autorizzazione conto terzi
A bordo di un autocarro avente massa complessiva pari a 26 t immatricolato in uso proprio deve trovarsi la licenza per il trasporto in conto proprio ove prevista
A bordo di un autocarro avente massa complessiva pari a 26 t immatricolato in uso proprio deve trovarsi la licenza prevista dall'art. 32 della legge n. 298/1974
Al momento dell'introduzione della merce estera nel territorio UE, la persona responsabile della immediata presentazione all'ufficio doganale designato è chiunque provveda al trasporto
Al momento dell'introduzione della merce estera nel territorio UE, la persona responsabile della immediata presentazione all'ufficio doganale designato è il destinatario della merce
Al momento dell'introduzione della merce estera nel territorio UE, la persona responsabile della immediata presentazione all'ufficio doganale designato è il mittente
Al momento dell'introduzione della merce estera nel territorio UE, la persona responsabile della immediata presentazione all'ufficio doganale designato è lo spedizioniere
All'arrivo in dogana della merce vincolata a T1, la Guardia di finanza appone il visto entrare negli spazi doganali, controlla i piombi se applicati e consegna il documento alla dogana
All'arrivo in dogana della merce vincolata a T1, la Guardia di finanza non vista nessun documento
All'arrivo in dogana della merce vincolata a T1, la Guardia di finanza può verificarla a campione
All'arrivo in dogana della merce vincolata a T1, la Guardia di finanza riceve il documento dal conducente e lo consegna agli uffici doganali senza altra formalità
All'arrivo in dogana in Italia, la merce vincolata al T1, deve essere presentata al funzionario doganale
All'arrivo in dogana in Italia, la merce vincolata al T1, deve essere presentata al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti
All'arrivo in dogana in Italia, la merce vincolata al T1, deve essere presentata al posto di guardia della Guardia di finanza al varco di entrata della dogana, la quale controlla i suggelli ed appone il visto entrare sul documento T1
All'arrivo in dogana in Italia, la merce vincolata al T1, deve essere presentata allo spedizioniere doganale
All'atto del ricevimento della merce, il vettore deve verificare l'esattezza delle indicazioni della lettera di vettura riguardanti la merce
All'atto del ricevimento della merce, il vettore deve verificare lo stato apparente della merce stessa e del suo imballaggio
All'atto del ricevimento della merce, il vettore non è obbligato a verificare niente
All'atto del ricevimento della merce, il vettore non può esprimere riserve
All'atto del ricevimento della merce, il vettore se non può verificare l'esattezza delle indicazioni, deve riportare nella lettera di vettura le sue riserve
All'atto del ricevimento della merce, il vettore si deve limitare a pesarla ed etichettarla
All'interno dell'Unione Europea è garantita la libertà di prestazione del servizio di trasporto attraverso il rilascio della licenza CEMT
All'interno dell'Unione Europea è garantita la libertà di prestazione del servizio di trasporto attraverso il rilascio della licenza comunitaria
All'interno dell'Unione Europea il conducente, nel caso sia cittadino di un paese diverso dalla Confederazione svizzera e da quelli membri dell'UE e del SEE, deve essere in possesso dell'attestato di conducente
All'interno dell'Unione Europea il trasporto cose tra stati membri avviene attraverso la licenza CEMT
All'interno dell'Unione Europea il trasporto cose tra stati membri avviene attraverso la licenza comunitaria
All'interno dell'Unione Europea per i conducenti è obbligatorio l'attestato di conducente
All'uscita delle merci da una zona o deposito franco per il controllo doganale occorre esibire il DDT
All'uscita delle merci da una zona o deposito franco per il controllo doganale occorre esibire le fatture delle merci
All'uscita delle merci da una zona o deposito franco per il controllo doganale occorre esibire nessun documento
All'uscita delle merci da una zona o deposito franco per il controllo doganale occorre esibire una copia del documento di trasporto o del documento doganale
Chiunque guidi un autocarro immatricolato in uso proprio deve essere titolare di carta di qualificazione del conducente.
Con il contratto di trasporto, il vettore si obbliga a custodire i bagagli in ambienti adatti
Con il contratto di trasporto, il vettore si obbliga a far condurre l'autobus ad autisti esperti ed affidabili
Con il contratto di trasporto, il vettore si obbliga a rilasciare fattura commerciale
Con il contratto di trasporto, il vettore si obbliga a trasportare cose o persone dietro pagamento di un corrispettivo
Con un veicolo munito della licenza in conto proprio possono essere trasportate cose connesse al ciclo produttivo dell'impresa
Con un veicolo munito della licenza in conto proprio possono essere trasportate cose prodotte dalla stessa impresa intestataria della licenza, anche se destinate ad un terzo
Con un veicolo munito della licenza in conto proprio possono essere trasportate esclusivamente cose di proprietà del conducente
Con un veicolo munito della licenza in conto proprio possono essere trasportate solo le cose elencate nella licenza
Con un veicolo munito della licenza in conto proprio possono essere trasportate soltanto cose attinenti l'attività del titolare
Con veicolo munito della licenza in conto proprio possono essere effettuati trasporti purché alla guida vi sia un titolare o da un suo dipendente
Devono essere accompagnati da particolari documenti i rifiuti
Devono essere accompagnati da particolari documenti le merci pericolose escluse quelle della classe 2 e 3
Devono essere accompagnati da particolari documenti le piante ma non le sementi
Devono essere accompagnati da particolari documenti prodotti destinati all'alimentazione umana ad eccezione del latte e dei suoi derivati
Devono essere accompagnati da particolari documenti tutte le merci trasportate
Devono essere in possesso di licenza comunitaria le imprese che intendono effettuare trasporti in regime di TIR
Devono essere in possesso di licenza comunitaria le imprese che intendono effettuare trasporti internazionali effettuati in tutti i paesi che hanno aderito alla CEMT (Conferenza europea dei Ministri dei trasporti)
Devono essere in possesso di licenza comunitaria le imprese che intendono effettuare tutti i trasporti all'interno dell'Unione europea
Devono essere in possesso di licenza comunitaria le imprese che intendono effettuare tutti i trasporti infra UE ad eccezione di quelli esenti per massa, per portata o per particolare tipologia
Devono essere in possesso di licenza comunitaria le imprese che intendono effettuare tutti i trasporti internazionali
Durante un trasporto internazionale l'autorizzazione CEMT deve essere esibita a tutte le dogane che si attraversano
Durante un trasporto internazionale l'autorizzazione CEMT deve essere esibita solamente alla dogana di partenza
Durante un trasporto internazionale l'autorizzazione CEMT deve trovarsi a bordo del veicolo dal luogo di carico a quello di scarico e durante i percorsi a vuoto
Durante un trasporto internazionale l'autorizzazione CEMT è il documento che legittima l'impresa intestataria ad effettuare trasporti fra gli Stati membri e deve trovarsi a bordo del veicolo unitamente al libretto dei resoconti di viaggio e ai certificati tecnici di conformità dei veicoli
Durante un trasporto internazionale l'autorizzazione CEMT è l'unico documento che legittima l'impresa intestataria ad effettuare trasporti fra gli Stati membri e deve trovarsi a bordo del veicolo
Durante un trasporto internazionale l'autorizzazione CEMT è obbligatorio averla a bordo se il veicolo effettua un percorso a vuoto
Durante un trasporto internazionale l'autorizzazione CEMT va conservata in azienda in quanto durante il trasporto è sufficiente che a bordo del veicolo venga conservato il libretto dei resoconti di viaggio
Durante un trasporto internazionale l'autorizzazione CEMT va esibita unicamente alle autorità doganali del Paese di arrivo
è un regime doganale il DAU
è un regime doganale il deposito doganale
è un regime doganale il perfezionamento attivo
è un regime doganale il perfezionamento passivo
è un regime doganale il TIR
è un regime doganale il transito esterno
è un regime doganale l'ATA
è un regime doganale l'immissione in libera pratica
è un regime doganale l'importazione temporanea relativa a merci comunitarie
è un regime doganale l'introduzione in deposito, con riferimento ad operazioni di immagazzinaggio di merci comunitarie
Fanno parte della Conferenza europea dei Ministri dei trasporti (CEMT) gli Stati membri e non, della Comunità europea, che vi hanno aderito
Fanno parte della Conferenza europea dei Ministri dei trasporti (CEMT) solo gli Stati che inizialmente hanno dato vita alla Comunità europea
Fanno parte della Conferenza europea dei Ministri dei trasporti (CEMT) tutti gli Stati aderenti allo Spazio Economico Europeo (SEE)
Fanno parte della Conferenza europea dei Ministri dei trasporti (CEMT) tutti gli Stati che vi hanno aderito
Fanno parte della Conferenza europea dei Ministri dei trasporti (CEMT) tutti gli Stati componenti della UE
Gli autocarri aventi massa complessiva non superiore a 6 t adibiti ad uso proprio sono esenti dalla disciplina dell'autotrasporto merci
Gli autocarri aventi tara di 6 t sono esenti dalla disciplina dell'autotrasporto merci
Gli autoveicoli ad uso speciale sono esenti dalla disciplina dell'autotrasporto di cose in conto proprio.
Gli autoveicoli adibiti al carico, compattazione trasporto e scarico di rifiuti solidi urbani, sono esenti dalla disciplina dell'autotrasporto di merci perché ad uso speciale
Gli autoveicoli adibiti al trasporto di cose aventi portata complessiva superiore a 6 t, sono esenti dalla disciplina dell'autotrasporto di cose in conto proprio
Gli autoveicoli adibiti al trasporto di cose di massa complessiva pari a 7,5 t sono esenti dalla disciplina dell'autotrasporto di cose in conto proprio
Gli autoveicoli adibiti al trasporto di cose prodotte in uno Stato estero sono esenti dalla disciplina dell'autotrasporto di cose in conto proprio.
Gli autoveicoli destinati al trasporto di cose per conto di terzi devono essere dotati di un pannello posteriore con la scritta "conto terzi"
Gli autoveicoli di proprietà dello Stato, Regioni, Province e Comuni,destinati esclusivamente al trasporto di cose necessarie al soddisfacimento delle esigenze dell'Ente, sono esenti dalla disciplina dell'autotrasporto di cose in conto proprio.
Gli autoveicoli per uso speciale adibiti a soccorso stradale sono esenti dalla disciplina dell'autotrasporto di merci
Gli autoveicoli per uso speciale sono sempre esenti dalla disciplina dell'autotrasporto di merci
Gli autoveicoli superiori a 6 t di massa complessiva a pieno carico possono esclusivamente svolgere attività di autotrasporto di cose per conto terzi
Gli orari per lo sdoganamento delle merci nelle principali dogane italiane di confine terrestre solitamente sono dalle ore 6,00 alle ore 22,00
Gli orari per lo sdoganamento delle merci nelle principali dogane italiane di confine terrestre solitamente sono dalle ore 8,00 alle 14,00 e dalle ore 16,00 alle ore 18,00
Gli orari per lo sdoganamento delle merci nelle principali dogane italiane di confine terrestre solitamente sono dalle ore 8,00 alle 20,00
Gli orari per lo sdoganamento delle merci nelle principali dogane italiane di confine terrestre solitamente sono dalle ore 8,00 alle ore 18,00
I dazi doganali colpiscono le merci all'interno della UE
I dazi doganali non incidono sul costo delle merci
I dazi doganali sono sorti per motivi diversi da quelli fiscali
I dazi doganali sono specifici, sul valore, misti
I documenti per la validità della CMR consistono nel DDT (documento di trasporto) e nella bolla di accompagnamento
I documenti per la validità della CMR consistono nella bolla di accompagnamento
I documenti per la validità della CMR consistono nella documentazione per il transito doganale e in ogni altra certificazione prevista (di origine della merce, valutaria, sanitaria, di polizia e consimili) oltre alla lettera di vettura
I documenti per la validità della CMR consistono solo nella lettera di vettura
I magazzini di temporanea custodia sono solitamente gestiti dagli spedizionieri
I magazzini di temporanea custodia sono solitamente gestiti dai trasportatori
I magazzini di temporanea custodia sono solitamente gestiti dal magazziniere
I magazzini di temporanea custodia sono solitamente gestiti dalla Dogana
I magazzini e i recinti doganali di temporanea custodia sono solitamente situati entro 50 km dal confine
I magazzini e i recinti doganali di temporanea custodia sono solitamente situati in qualsiasi luogo
I magazzini e i recinti doganali di temporanea custodia sono solitamente situati negli spazi doganali della dogana
I magazzini e i recinti doganali di temporanea custodia sono solitamente situati nelle grandi città
I mezzi d'opera in dotazione alle Regioni per il soddisfacimento delle esigenze interne dell'Ente, sono esenti dalla disciplina dell'autotrasporto di merci
I mezzi d'opera non muniti di targa civile, sono esentati dalla disciplina dell'autotrasporto di merci
I mezzi d'opera non sono esenti dalla disciplina dell'autotrasporto di merci
I mezzi d'opera sono esenti dalla disciplina dell'autotrasporto di merci
I mezzi d'opera sono esenti dalla disciplina dell'autotrasporto di merci se eccedenti le masse legali
I mezzi d'opera sono immatricolabili soltanto in conto proprio
I servizi di cabotaggio, in linea generale, sono consentiti a imprese comunitarie titolari di licenza comunitaria e proprietarie di attestato del conducente per l'autista, ove previsto
I servizi di cabotaggio, in linea generale, sono consentiti a imprese comunitarie titolari di licenza comunitaria indipendentemente dalla proprietà di attestato del conducente per l'autista ove previsto
I servizi di cabotaggio, in linea generale, sono consentiti a imprese non abilitate nello Stato membro di stabilimento a effettuare i trasporti esentati da ogni regime licenza o autorizzazione internazionale
I servizi di cabotaggio, in linea generale, sono consentiti a imprese non titolari di licenza comunitaria e proprietarie di attestato del conducente per l'autista, ove previsto
I soggetti del contratto di trasporto di merci sono cinque: mittente, vettore, caricatore, destinatario e proprietario della merce
I soggetti del contratto di trasporto di merci sono quattro: mittente, destinatario, vettore e autista
I soggetti del contratto di trasporto di merci sono quattro: mittente, destinatario, vettore e caricatore
I soggetti del contratto di trasporto di merci sono tre: mittente, destinatario, vettore
I soggetti del contratto di trasporto di merci sono tre: mittente, vettore e caricatore
I soggetti giuridici coinvolti nel contratto di trasporto su strada comprendono il destinatario, che può fare accertare lo stato delle cose trasportate
I soggetti giuridici coinvolti nel contratto di trasporto su strada comprendono il mittente, che deve preparare la merce per il carico, debitamente imballata ed etichettata
I soggetti giuridici coinvolti nel contratto di trasporto su strada comprendono il mittente, cioè colui che spedisce la merce
I soggetti giuridici coinvolti nel contratto di trasporto su strada comprendono il proprietario del deposito della merce
I soggetti giuridici coinvolti nel contratto di trasporto su strada comprendono il vettore, che deve accertarsi che il carico sia stato fatto a regola d'arte
I soggetti giuridici coinvolti nel contratto di trasporto su strada comprendono l'acquirente e il venditore
I soggetti giuridici coinvolti nel contratto di trasporto su strada comprendono solo il mittente e lo spedizioniere
I territori italiani considerati extradoganali sono quelli della Regione Friuli Venezia-Giulia
I territori italiani considerati extradoganali sono quelli della Regione Valle d'Aosta
I territori italiani considerati extradoganali sono quelli di Trieste
I trasporti attraverso la Svizzera sono completamente liberalizzati
I trasporti attraverso la Svizzera sono liberalizzati solo durante le ore diurne
I trasporti attraverso la Svizzera sono regolati da un accordo bilaterale Italia-Svizzera
I trasporti attraverso la Svizzera sono regolati da un accordo UE-Svizzera
I veicoli ad uso speciale sono esenti dalla disciplina dell'autotrasporto merci
I veicoli ad uso speciale sono esenti dalla disciplina dell'autotrasporto merci anche se effettuano il trasporto delle merci occasionalmente
I veicoli ad uso speciale sono esenti dalla disciplina dell'autotrasporto merci se appartenenti ad imprese iscritte all'Albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto di terzi
I veicoli ad uso speciale sono soggetti dalla disciplina dell'autotrasporto merci
I vettori italiani in fase di attraversamento del territorio Svizzero devono avere a bordo del veicolo un autorizzazione occasionale rilasciata dalle autorità svizzere alla frontiera di ingresso
I vettori italiani in fase di attraversamento del territorio Svizzero devono avere a bordo del veicolo una autorizzazione di transito svizzera
I vettori italiani in fase di attraversamento del territorio Svizzero devono avere a bordo la copia certificata conforme della licenza comunitaria
I vettori italiani in fase di attraversamento del territorio Svizzero non devono avere a bordo alcuna documentazione in quanto il transito del territorio svizzero è completamente liberalizzato
Il cabotaggio per i vettori UE per conto di terzi, stabiliti in Paesi membri ammessi al cabotaggio, e del SEE è consentito per tre operazioni nell'arco di sette giorni a determinate condizioni
Il cabotaggio per i vettori UE per conto di terzi, stabiliti in Paesi membri ammessi al cabotaggio, e del SEE è consentito se l'ultimo scarico in servizio di cabotaggio prima di lasciare il territorio, avviene entro 4 giorni dall'ultimo scarico nel territorio dello Stato
Il cabotaggio per i vettori UE per conto di terzi, stabiliti in Paesi membri ammessi al cabotaggio, e del SEE è consentito se le operazioni sono successive ad un trasporto nazionale
Il cabotaggio per i vettori UE per conto di terzi, stabiliti in Paesi membri ammessi al cabotaggio, e del SEE è consentito se le operazioni vengono eseguite con veicolo diverso
Il caricatore è corresponsabile, unitamente al mittente, della cattiva sistemazione del carico sul veicolo
Il caricatore è corresponsabile, unitamente al mittente, della consegna delle merci al vettore
Il caricatore è corresponsabile, unitamente al mittente, della eccedenza di massa caricata sui veicoli, rispetto a quella riportata nella carta di circolazione
Il caricatore è corresponsabile, unitamente al mittente, della modalità di carico del veicolo
Il caricatore è corresponsabile, unitamente al mittente, della scelta del vettore
Il caricatore è corresponsabile, unitamente al mittente, della scelta dell'autista
Il caricatore è l'impresa o la persona giuridica pubblica che consegna la merce al vettore, curando la sua sistemazione sul veicolo adibito alla esecuzione del trasporto
Il caricatore è l'impresa o la persona giuridica pubblica che riceve la merce dal vettore
Il caricatore è l'incaricato a sistemare la merce, ricevuta dal vettore, sugli scaffali o nei pallet
Il caricatore è responsabile civilisticamente per i danni cagionati a terze persone e cose in conseguenza delle violazioni commesse dal conducente
Il caricatore è responsabile civilisticamente per i danni negli incidenti stradali
Il caricatore è responsabile delle violazioni al codice della strada commesse dal conducente quali esclusivamente il superamento dei limiti di massa consentita sui veicoli motore e sui rimorchi, rispetto a quelli riportati nella carta di circolazione
Il caricatore è responsabile delle violazioni al codice della strada commesse dal conducente quali esclusivamente le diverse modalità errate di sistemare il carico sul veicolo
Il caricatore è responsabile delle violazioni al codice della strada commesse dal conducente quali esclusivamente le violazioni inerenti i tempi di guida e di riposo dei conducenti
Il caricatore è responsabile delle violazioni al codice della strada commesse dal conducente quali il superamento dei limiti di sagoma o di massa
Il caricatore è responsabile delle violazioni al codice della strada commesse dal conducente quali il superamento dei limiti di velocità e la mancata osservanza dei tempi di guida e di riposo, dovuti alle istruzioni relative al trasporto, fornite allo stesso conducente
Il caricatore è responsabile delle violazioni al codice della strada commesse dal conducente quali l'eccedenza di massa sui veicoli motore e sui rimorchi rispetto a quella riportata nella carta di circolazione
Il caricatore è responsabile delle violazioni al codice della strada commesse dal conducente quali la cattiva sistemazione del carico sul veicolo
Il caricatore è responsabile delle violazioni al codice della strada commesse dal conducente quali quelli esclusivamente dovuti alle istruzioni relative al trasporto, fornite allo stesso conducente, incompatibili con il rispetto dei limiti di velocità e l'osservanza dei tempi di guida e di riposo
Il caricatore è responsabile per il tempo perduto nel caricare la merce con particolare attenzione
Il caricatore è responsabile per la merce avariata
Il carnet ATA è rilasciato dall'IRU
Il carnet ATA è rilasciato dalle Camere di commercio competenti per territorio
Il carnet ATA è un documento doganale internazionale
Il carnet ATA è un documento doganale internazionale istituito dalla Convenzione di Bruxelles nel 1961
Il carnet ATA è un documento doganale per facilitare le importazioni temporanee
Il carnet ATA ha la stessa funzione del carnet TIR
Il carnet ATA ha validità di 5 anni
Il carnet ATA prevede che le formalità vengano espletate in tutte le dogane attraversate
Il Carnet TIR agevola i controlli presso gli uffici doganali di partenza e di destinazione
Il Carnet TIR deve essere conservato in sede
Il carnet TIR è applicabile ai percorsi combinati
Il Carnet TIR è assegnato al singolo veicolo e al singolo container
Il Carnet TIR è obbligatorio per effettuare trasporti infracomunitari senza doversi fermare nelle dogane interne
Il Carnet TIR è previsto dalla Convenzione TIR cui aderiscono l'Unione Europea e molti Stati extracomunitari
Il Carnet TIR è rilasciato a qualsiasi trasportatore che ne faccia richiesta, purché dimostri di effettuare solo trasporti in ambito nazionale
Il Carnet TIR è stampato in inglese
Il Carnet TIR è un documento doganale valido nei paesi aderenti alla Convenzione TIR
Il Carnet TIR è un documento doganale valido solo nei Paesi membri dell'Unione europea
Il Carnet TIR è un documento internazionale
Il Carnet TIR è valido per un solo viaggio
Il Carnet TIR evita i controlli e il versamento dei diritti doganali di transito alle dogane
Il Carnet TIR ha durata annuale, dal momento in cui viene acceso
Il Carnet TIR in Italia è rilasciato dall'IRU
Il carnet TIR non è applicabile ai percorsi combinati in quanto presuppongono sempre una "rottura di carico"
Il carnet TIR non può essere impiegato se il trasporto prevede l'attraversamento di Paesi terzi
Il carnet TIR permette di agevolare il trasporto
Il Carnet TIR permette di semplificare le formalità doganali cui sono soggetti i trasporti su strada tra paesi aderenti
Il Carnet TIR permette di semplificare le formalità doganali cui sono soggetti i trasporti, se effettuati senza rottura di carico
Il Carnet TIR permette di semplificare le formalità doganali per i trasporti effettuati con rottura di carico
Il Carnet TIR permette di trasportare merce senza che il trasportatore si debba fermare per controlli tassativi alle dogane
Il carnet TIR può essere impiegato anche se il trasporto prevede l'attraversamento di paesi terzi
Il carnet TIR può essere impiegato solo per trasporti infracomunitari
Il carnet TIR può essere utilizzato solo dalle imprese residenti in paesi che aderiscono alla Convenzione TIR
Il carnet TIR può essere utilizzato solo per trasporti effettuati "senza rottura di carico"
Il carnet TIR può essere utilizzato solo per trasporti effettuati "senza rottura di carico", cioè solo nel caso in cui non si verifichino incidenti
Il Carnet TIR viene rilasciato in due copie originali da cui è poi necessario ottenere le copie conformi
Il conducente di un veicolo adibito a trasporto in conto proprio non deve dimostrare il rapporto che lo lega all'impresa proprietaria del veicolo
Il contrabbando è reato contro la pubblica fede
Il contrabbando è un reato contro la pubblica amministrazione
Il contrabbando è un'attività lecita
Il contrabbando è una violazione doganale
Il contratto di compravendita prevede l'intervento di uno spedizioniere
Il contratto di compravendita può prevedere che un agente, dietro retribuzione, assuma l'incarico di promuovere, per conto del committente, la conclusione di contratti di trasporto in una determinata zona
Il contratto di deposito può prevedere l'impegno da parte di un soggetto di concludere, in nome proprio e per conto di colui che l'ha incaricato, un contratto di trasporto
Il contratto di trasporto a "porto affrancato" prevede che a pagare sia il destinatario
Il contratto di trasporto a "porto affrancato" prevede che il versamento per il trasporto venga effettuato da chi spedisce la merce
Il contratto di trasporto a "porto assegnato" prevede che a pagare sia il mittente
Il contratto di trasporto a "porto assegnato" prevede che il versamento per il trasporto venga effettuato da chi riceve la merce
Il contratto di trasporto a "porto assegnato" prevede l'utilizzo di mezzi navali
Il contratto di trasporto di cose prevede per il vettore l'obbligo del trasferimento delle merci da un luogo ad un altro, mentre per il mittente prevede l'obbligo del pagamento del corrispettivo
Il contratto di trasporto di cose può essere concluso a favore di terzi
Il contratto di trasporto di cose su strada è un contratto consensuale
Il contratto di trasporto di cose su strada è un contratto è a titolo oneroso
Il contratto di trasporto di cose su strada può essere concluso anche senza l'indicazione del corrispettivo
Il contratto di trasporto è un contratto con cui un soggetto (mittente) si impegna nei confronti di un altro soggetto (vettore) a trasferire persone o cose da un luogo ad un altro in cambio di un corrispettivo
Il contratto di trasporto internazionale di merci su strada può essere regolato dalla CMR
Il contratto di trasporto merci ha come unico elemento essenziale il corrispettivo del trasporto
Il contratto di trasporto merci ha, come elementi essenziali, le cose da trasferire ed il corrispettivo del trasporto
Il contratto di trasporto merci per il mittente è il trasferimento delle cose da un luogo ad un altro, mentre per il vettore è la riscossione della prestazione
Il contratto di trasporto merci riguarda solo il vettore che deve trasferire cose del mittente
Il contratto di trasporto può avere un oggetto non determinato
Il contratto di trasporto si può anche negoziare e concludere a mezzo telefax
Il contratto di trasporto si può concludere a mezzo telefax purché chi fa la proposta venga a conoscenza dell'accettazione della controparte
Il contratto di trasporto su strada di merci coinvolge solo questi 3 soggetti: vettore, spedizioniere e agente
Il contratto di trasporto su strada di merci deve contenere elementi prestabiliti che rappresentano anche importanti indicazioni per il vettore
Il contratto di trasporto su strada di merci deve contenere eventuali estremi necessari per l'esecuzione del trasporto
Il contratto di trasporto su strada di merci deve contenere il costo della merce acquistata dal mittente
Il contratto di trasporto su strada di merci deve contenere il nome del destinatario
Il contratto di trasporto su strada di merci deve contenere il nome dello spedizioniere
Il contratto di trasporto su strada di merci deve contenere il termine di resa
Il contratto di trasporto su strada di merci deve contenere il termine di resa che è formato dalla differenza tra i termini parziali
Il contratto di trasporto su strada di merci deve contenere indicazioni precise in merito alla natura, quantità, peso e numero delle cose da trasportare
Il contratto di trasporto su strada di merci deve contenere la Partita IVA del destinatario
Il contratto di trasporto su strada di merci è un contratto con cui uno spedizioniere assume l'obbligo di concludere, in nome proprio e per conto di colui che l'ha incaricato (committente), un contratto di trasporto e di espletare le operazioni accessorie
Il contratto di trasporto su strada di merci prevede di norma un mittente, un vettore e un destinatario
Il contratto di trasporto su strada di merci prevede l'indicazione precisa delle cose da trasferire e del corrispettivo
Il contratto di trasporto su strada è un contratto con cui un soggetto si impegna con un altro soggetto a trasferire persone o cose da un luogo ad un altro in cambio di un corrispettivo
Il DAU è la dichiarazione doganale per tutti i regimi doganali e le destinazioni doganali utilizzati dagli operatori
Il DAU è la dichiarazione doganale utilizzata esclusivamente per i regimi di transito comunitario
Il DAU è la sigla di Documento Amministrativo Unico
Il DAU è utilizzato per le merci comunitarie dirette verso paesi terzi
Il DAU è utilizzato per le merci trasportate in Italia esclusivamente in ambito nazionale
Il DAU non può essere utilizzato per le merci comunitarie
Il DAU non può essere utilizzato per le merci non in libera pratica
Il DAU non può essere utilizzato per le merci provenienti da Paesi terzi
Il documento DAU T1, all'ingresso degli spazi doganali, va presentato al destinatario
Il documento DAU T1, all'ingresso degli spazi doganali, va presentato al funzionario di dogana
Il documento DAU T1, all'ingresso degli spazi doganali, va presentato alla Guardia di finanza
Il documento DAU T1, all'ingresso degli spazi doganali, va presentato allo spedizioniere doganale
Il mittente può cambiare la destinazione del trasporto solo se è effettuato in ambito nazionale
Il mittente può cambiare la destinazione del trasporto, solo se lo comunica al vettore entro 2 ore dalla presa in carico della merce, indipendentemente dalla durata del viaggio
Il mittente può decidere di cambiare il destinatario in qualsiasi momento del viaggio, sia all'andata che al ritorno
Il mittente può decidere di cambiare il luogo di destinazione, fino a quando il secondo esemplare della lettera di vettura non viene consegnato al destinatario
Il mittente può decidere di fare effettuare il trasporto verso un destinatario diverso, fino a quando la merce non viene consegnata alla destinazione stabilita inizialmente
Il mittente può decidere di sospendere il trasporto
Il mittente può decidere di sospendere il trasporto solo se la destinazione è extracomunitaria
Il mittente può decidere di sospendere il trasporto, anche dopo che il destinatario è entrato in possesso del secondo esemplare della lettera di vettura
Il mittente può fare effettuare il trasporto verso un destinatario diverso da quello precedentemente indicato sulla lettera di vettura
Il mittente può fare effettuare il trasporto verso un'altra località
Il regime di transito comunitario (UE) consente alle merci di circolare in tutti i territori extra UE senza essere assoggettate a dazi
Il regime di transito comunitario (UE) consente alle merci di circolare nel territorio doganale della UE con dazi d'importazione
Il regime di transito comunitario (UE) consente alle merci di circolare nel territorio doganale della UE senza essere assoggettate né a dazi d'importazione e altre imposte né alle misure di politica commerciale
Il regime di transito comunitario (UE) consente alle merci di circolare nel territorio extra UE senza essere assoggettate né a dazi d'importazione e altre imposte né alle misure di politica commerciale
Il regime di transito esterno consente la circolazione delle merci comunitarie nel territorio doganale della comunità
Il regime di transito esterno consente la circolazione delle merci comunitarie nel territorio doganale della comunità con dazi all'importazione
Il regime di transito esterno consente la circolazione delle merci non comunitarie nel territorio doganale della comunità
Il regime di transito esterno consente la circolazione delle merci non comunitarie nel territorio doganale della comunità con dazi all'importazione
Il servizio doganale di riscontro è esercitato da funzionari di dogana
Il servizio doganale di riscontro è esercitato da militari della Guardia di finanza
Il servizio doganale di riscontro è esercitato dai carabinieri
Il servizio doganale di riscontro è esercitato dallo spedizioniere doganale
Il termine per la prescrizione in materia di contratto di trasporto decorre dal giorno in cui è stata caricata la merce
Il termine per la prescrizione in materia di contratto di trasporto decorre dal giorno in cui è stato firmato il contratto
Il termine per la prescrizione in materia di contratto di trasporto su strada decorre dal giorno in cui è avvenuta la riconsegna della merce al luogo di destinazione
Il termine per la prescrizione in materia di contratto di trasporto su strada decorre dal giorno in cui sarebbe dovuta avvenire la riconsegna della merce al luogo di destinazione
Il trasporto cumulativo è effettuato da più vettori successivi
Il trasporto cumulativo presuppone la stipula di un contratto per ogni vettore
Il trasporto cumulativo presuppone la stipula di un unico contratto
Il trasporto cumulativo prevede che tutti i vettori coinvolti nel trasporto rispondano sempre in parti proporzionali ai percorsi, anche se è dimostrata la colpa di un singolo vettore
Il trasporto cumulativo, nel caso in cui non si riesca ad identificare il vettore responsabile del fatto dannoso, prevede che a rispondere sia soltanto l'ultimo vettore
Il trasporto di cose in conto proprio costituisce attività complementare rispetto a quella economicamente prevalente, effettuata dall'impresa intestataria dei veicoli
Il trasporto di cose in conto proprio è eseguito esclusivamente con veicoli immatricolate a nome di imprese artigiane o agricole
Il trasporto di cose in conto proprio è eseguito soltanto con veicoli immatricolati a nome di una persona fisica
Il trasporto di cose in conto proprio è quello eseguito con veicoli immatricolati a nome di persone fisiche, giuridiche o enti per esigenze proprie
Il trasporto di cose in conto proprio è quello eseguito da imprese per le quali l'attività di trasporto è un'attività accessoria a quella economicamente prevalente
Il trasporto di cose in conto proprio è quello eseguito per merci prodotte e/o trasformate dalla stessa impresa che effettua il trasporto
Il trasporto di cose in conto proprio può essere effettuato con un veicolo di proprietà o in leasing, o in usufrutto, o in patto di riservato dominio
Il trasporto di merce italiana verso il Portogallo necessita il documento doganale carnet TIR
Il trasporto di merce italiana verso il Portogallo necessita il documento doganale CMR
Il trasporto di merce italiana verso il Portogallo necessita il documento doganale DDT
Il trasporto di merce italiana verso il Portogallo necessita il documento doganale transito T2
Il trasporto di merce italiana verso il Portogallo non necessita nessun documento doganale
Il trasporto di merci per conto di terzi oltre i confini nazionali è da considerarsi sempre trasporto internazionale
Il trasporto di merci per conto di terzi oltre i confini nazionali è da considerarsi trasporto combinato
Il trasporto di merci per conto di terzi oltre i confini nazionali è da considerarsi trasporto in regime di cabotaggio
Il trasporto di merci per conto di terzi oltre i confini nazionali è da considerarsi trasporto internazionale anche se il veicolo marcia a vuoto
Il trasporto di merci per conto di terzi oltre i confini nazionali è da considerarsi trasporto internazionale, solo se la merce deve essere trasportata al di fuori degli stati membri della Comunità
Il trasporto di merci per conto di terzi oltre i confini nazionali è da considerarsi trasporto internazionale, solo se per il trasporto delle merci in uno degli Stati membri della Comunità europea è necessario attraversare uno Stato non appartenente alla stessa
Il trasporto in cisterna di sfarinati e farine destinate all'alimentazione umana deve essere accompagnato da cisterna con sigilli integri e cartelli identificativi dell'impresa molitrice
Il trasporto in cisterna di sfarinati e farine destinate all'alimentazione umana deve essere accompagnato da nessun documento specifico
Il trasporto in cisterna di sfarinati e farine destinate all'alimentazione umana deve essere accompagnato da una autocertificazione del vettore nella quale lo stesso dichiara sotto la propria responsabilità di avere maturato una esperienza specifica nei suddetti trasporti
Il trasporto in cisterna di sfarinati e farine destinate all'alimentazione umana deve essere accompagnato da una dichiarazione di scorta indicante l'impresa molitrice, la sua sede e il tipo di sfarinato
Il trasporto in cisterna di sfarinati e farine destinate all'alimentazione umana deve essere accompagnato dal certificato di formazione professionale - CFP - del conducente
Il trasporto in cisterna di sfarinati e farine destinate all'alimentazione umana deve essere accompagnato dall'autorizzazione sanitaria
Il trasporto in regime di cabotaggio è un servizio che utilizza diverse modalità di trasporto (strada, nave, treno, ecc.) per effettuare il percorso dal luogo di carico a quello di destinazione
Il trasporto in regime di cabotaggio è un trasporto effettuato dal vettore comunitario all'interno di uno Stato UE diverso da quello in cui è stabilito
Il trasporto in regime di cabotaggio è, ad esempio, quello svolto da un vettore italiano in Spagna
Il trasporto in regime di cabotaggio non può essere svolto sul territorio UE
Il trasporto in regime di cabotaggio può essere svolto da un'impresa di autotrasporto italiana su territorio francese a determinate condizioni
Il trasporto in regime di cabotaggio può essere svolto solo se l'impresa possiede la licenza comunitaria
Il trasporto in regime di cabotaggio può essere svolto solo se si compila il libretto dei resoconti dei trasporti di cabotaggio
Il trasporto in regime di cabotaggio sul territorio UE può sempre essere svolto in maniera permanente
Il trasporto internazionale di cose per conto terzi in ambito UE è liberalizzato per alcune tipologie di trasporto e soggetto solo al possesso della licenza comunitaria per le altre
Il trasporto internazionale di cose per conto terzi in ambito UE è liberalizzato solo per alcune specifiche tipologie di trasporto e assoggettato ad autorizzazione bilaterale per le altre
Il trasporto internazionale di cose per conto terzi in ambito UE è totalmente liberalizzato e non occorre alcun documento per esercitarlo
Il vettore è esonerato dalla responsabilità della perdita, dell'avaria o del ritardo nella riconsegna della merce in nessun caso
Il vettore è esonerato dalla responsabilità della perdita, dell'avaria o del ritardo nella riconsegna della merce in ogni caso
Il vettore è esonerato dalla responsabilità della perdita, dell'avaria o del ritardo nella riconsegna della merce nel caso di circostanze che il vettore poteva evitare
Il vettore è esonerato dalla responsabilità della perdita, dell'avaria o del ritardo nella riconsegna della merce nel caso di vizio proprio della merce
Il vettore è responsabile anche dopo l'avvenuta consegna della merce al destinatario a patto che questo abbia provveduto a pagargli quanto dovuto
Il vettore ha l'obbligo di mettere le cose trasportate a disposizione del destinatario nel luogo, nel termine e con le modalità indicati dal contratto
Il vettore nel momento della presa in carico della merce deve verificare l'esattezza del contenuto della lettera di vettura
Il vettore nel momento della presa in carico della merce deve verificarne il buono stato
Il vettore nel momento in cui rileva delle differenze con quanto indicato dal mittente, deve annotarle sulla lettera di vettura
Il vettore nel momento in cui sulla lettera di vettura non è stato indicato il termine massimo di consegna, non è tenuto a mettere le cose trasportate a disposizione del destinatario
Il vettore non è tenuto a verificare il buono stato dell'imballaggio nel momento della presa in carico della merce
Il vettore non è tenuto a verificare l'esattezza del contenuto della lettera di vettura
Il vettore per i crediti nascenti dal contratto di trasporto, ha il privilegio sulle cose trasportate finché queste rimangono presso di lui
Il vettore svizzero che effettua un trasporto in ambito UE deve avere a bordo del veicolo l'attestato di conducente poiché trattasi di vettore extra UE
Il vettore svizzero che effettua un trasporto in ambito UE deve avere a bordo del veicolo una autorizzazione di tipo bilaterale rilasciata dal Paese in cui si reca
Il vettore svizzero che effettua un trasporto in ambito UE non deve avere a bordo del veicolo l'attestato di conducente anche se trattasi di vettore extra UE
Il vettore svizzero che effettua un trasporto in ambito UE non deve avere alcuna autorizzazione o licenza in quanto il trasporto da e per la UE è completamente liberalizzato
In ambito CEMT, fatto salvo l'effetto delle riserve, è liberalizzato il trasporto di animali
In ambito CEMT, fatto salvo l'effetto delle riserve, è liberalizzato il trasporto di prodotti alimentari deperibili
In ambito CEMT, fatto salvo l'effetto delle riserve, è liberalizzato il trasporto di prodotti della pesca freschi
In ambito CEMT, fatto salvo l'effetto delle riserve, è liberalizzato il trasporto di semilavorati destinati all'assemblaggio
In ambito CEMT, fatto salvo l'effetto delle riserve, è liberalizzato il trasporto di veicoli danneggiati o da riparare e il movimento dei veicoli destinati alla riparazione
In base al codice comunitario, le dichiarazioni doganali debbono essere redatte per atto notorio
In base al codice comunitario, le dichiarazioni doganali debbono essere redatte per atto pubblico
In base al codice comunitario, le dichiarazioni doganali debbono essere redatte su appositi formulari doganali (DAU)
In base al codice comunitario, le dichiarazioni doganali debbono essere redatte su qualunque modulo
In mancanza di merce nei magazzini doganali di temporanea custodia gestiti da privati, dei diritti di confine risponde il mittente
In mancanza di merce nei magazzini doganali di temporanea custodia gestiti da privati, dei diritti di confine risponde il trasportatore
In mancanza di merce nei magazzini doganali di temporanea custodia gestiti da privati, dei diritti di confine risponde lo spedizioniere
In materia di contratto di trasporto su strada i diritti si prescrivono in 18 mesi se il trasporto ha inizio fuori d'Europa
In materia di contratto di trasporto su strada i diritti si prescrivono in 18 mesi se il trasporto ha termine fuori d'Europa
In materia di contratto di trasporto su strada i diritti si prescrivono in 18 mesi se il trasporto si svolge su territorio UE
In materia di contratto di trasporto su strada i diritti si prescrivono in 5 anni
In materia di contratto di trasporto su strada i diritti si prescrivono in il giorno dopo in cui è stata scaricata la merce
In materia di contratto di trasporto su strada i diritti si prescrivono in un anno
L'abolizione delle barriere doganali alle frontiere interne alla UE consente gli scambi commerciali ed il relativo trasporto tra i Paesi UE con appositi documenti doganali
L'abolizione delle barriere doganali alle frontiere interne alla UE consente gli scambi commerciali ma non il trasporto tra i Paesi UE
L'abolizione delle barriere doganali alle frontiere interne alla UE consente la libera circolazione delle persone e delle merci fra gli Stati membri
L'abolizione delle barriere doganali alle frontiere interne alla UE consente la libera circolazione delle persone ma non delle merci
L'attività di autotrasporto di cose può essere definita per conto di terzi quando il veicolo è utilizzato, dietro corrispettivo, nell'interesse di persone diverse dall'intestatario della carta di circolazione
L'attività di autotrasporto di cose può essere definita per conto di terzi quando l'imprenditore si obbliga, dietro corrispettivo, a prestare i servizi di trasporto ordinati dal committente
L'autorizzazione CEMT accompagna il veicolo a motore
L'autorizzazione CEMT consente l'effettuazione di trasporti di tipo bilaterale, di transito, fra Stati diversi da quello di immatricolazione del veicolo, tragitti a vuoto
L'autorizzazione CEMT consente tra gli altri l'effettuazione di trasporti di tipo bilaterale da un Paese aderente ad un altro aderente
L'autorizzazione CEMT consente tra gli altri l'effettuazione di trasporti di transito a vuoto fra Stati diversi da quello di immatricolazione del veicolo
L'autorizzazione CEMT consente unicamente l'effettuazione dei trasporti a carico (di tipo bilaterale) da un Paese membro ad un altro Paese membro e viceversa
L'autorizzazione CEMT consente unicamente l'effettuazione dei trasporti a carico o a vuoto (di tipo bilaterale) da un Paese membro ad un altro Paese membro e viceversa
L'autorizzazione CEMT consente unicamente l'effettuazione di trasporto a carico o a vuoto nell'ambito dei Paesi membri della UE
L'autorizzazione CEMT deve essere obbligatoriamente accompagnata dal certificato di iscrizione all'Albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto di terzi
L'autorizzazione CEMT deve essere obbligatoriamente accompagnata dal libretto dei resoconti di viaggio altrimenti detto libretto statistico
L'autorizzazione CEMT deve sempre essere accompagnata dalla licenza comunitaria
L'autorizzazione CEMT è contingentata
L'autorizzazione CEMT è rilasciata dal paese di stabilimento dell'impresa
L'autorizzazione CEMT è rilasciata dall'organismo europeo competente
L'autorizzazione CEMT in Italia è rilasciata a qualsiasi impresa che ne fa richiesta, indipendentemente dal numero di richieste inoltrate
L'autorizzazione CEMT in Italia è rilasciata dall'ambasciata dello stato estero
L'autorizzazione CEMT in Italia è rilasciata in base ad una graduatoria
L'autorizzazione CEMT non deve essere obbligatoriamente accompagnata dal libretto dei resoconti di viaggio altrimenti detto libretto statistico in quanto non previsto
L'autorizzazione CEMT non è valida per un trasporto da un Paese membro a un Paese terzo
L'autorizzazione CEMT non può essere sostituita da una copia conforme autenticata
L'autorizzazione CEMT non può essere utilizzata contemporaneamente su più veicoli in disponibilità dell'impresa
L'autorizzazione CEMT può essere affittata ad una impresa di autotrasporto diverso da quello che ne ha la titolarità
L'autorizzazione CEMT riguarda i trasporti all'interno dei paesi membri
L'autorizzazione CEMT vale 5 anni
L'autorizzazione CEMT vale solo se i veicoli sono immatricolati all'interno di un Paese CEMT
L'esecuzione di un trasporto di cose senza che la ditta sia iscritta all'Albo degli autotrasportatori, oppure violandone le condizioni o i limiti di iscrizione è punita con il fermo amministrativo per tre mesi del veicolo col quale è stata commessa la violazione
L'esecuzione di un trasporto di cose senza che la ditta sia iscritta all'Albo degli autotrasportatori, oppure violandone le condizioni o i limiti di iscrizione è punita con la perdita dell'onorabilità
L'esecuzione di un trasporto di cose senza che la ditta sia iscritta all'Albo degli autotrasportatori, oppure violandone le condizioni o i limiti di iscrizione è punita con la revoca dell'iscrizione
L'esecuzione di un trasporto di cose senza che la ditta sia iscritta all'Albo degli autotrasportatori, oppure violandone le condizioni o i limiti di iscrizione è punita con una sanzione amministrativa pecuniaria
L'esecuzione di un trasporto di cose senza che la ditta sia iscritta all'Albo degli autotrasportatori, oppure violandone le condizioni o i limiti di iscrizione è punita con una sanzione disciplinare
L'esecuzione di un trasporto di cose senza che la ditta sia iscritta all'Albo degli autotrasportatori, oppure violandone le condizioni o i limiti di iscrizione è punita con una sanzione penale
L'esercizio del cabotaggio è consentito a titolo temporaneo
L'esercizio del cabotaggio è consentito anche non a titolo temporaneo
L'esercizio del cabotaggio è consentito con l'obbligo di disporre di una sede o di un altro stabilimento nello Stato in cui il trasporto si svolge
L'esercizio del cabotaggio è consentito con particolari restrizioni nei trasporti per conto proprio e di medicinali
L'impresa di autotrasporto deve richiedere copie certificate conformi della licenza comunitaria in numero di una per ogni autista
L'impresa di autotrasporto deve richiedere copie certificate conformi della licenza comunitaria in numero di una per ogni autista essendo la stessa intestata a quest'ultimo
L'impresa di autotrasporto deve richiedere copie certificate conformi della licenza comunitaria in numero di una per ogni Paese comunitario in cui si transita durante il viaggio
L'impresa di autotrasporto deve richiedere copie certificate conformi della licenza comunitaria in numero di una per ogni veicolo che intende utilizzare nei viaggi all'interno dell'Unione europea
L'impresa di autotrasporto deve richiedere copie certificate conformi della licenza comunitaria in numero di una per ogni viaggio all'interno dell'Unione europea
L'impresa di autotrasporto in possesso di una autorizzazione CEMT pone, in capo all'impresa assegnataria, l'obbligo di rientro del veicolo nel Paese di stabilimento dopo ogni gruppo di 10 viaggi a carico eseguiti al di fuori di questo
L'impresa di autotrasporto in possesso di una autorizzazione CEMT pone, in capo all'impresa assegnataria, l'obbligo di rientro del veicolo nel Paese di stabilimento dopo ogni gruppo di 3 viaggi a carico eseguiti al di fuori di questo
L'impresa di autotrasporto in possesso di una autorizzazione CEMT prevede delle limitazioni quantitative al numero dei viaggi che l'impresa può eseguire nell'arco di validità dell'autorizzazione
L'impresa di autotrasporto in possesso di una autorizzazione CEMT può eseguire qualsiasi tipo di trasporto nell'ambito dei Paesi aderenti alla CEMT senza vincoli o limitazioni
L'iscrizione all'Albo nazionale degli autotrasportatori consente il rilascio della licenza in conto proprio
L'iscrizione all'Albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto terzi è prevista per imprese che esercitano l'attività con qualsiasi veicolo adibito ad uso di terzi
L'iscrizione all'Albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto terzi è prevista per imprese che esercitano l'attività con trattori stradali
L'iscrizione all'Albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto terzi non è prevista per imprese che esercitano l'attività con autotreni
L'iscrizione all'Albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto terzi non è prevista per imprese che esercitano l'attività con mezzi d'opera
L'iscrizione all'Albo nazionale degli autotrasportatori serve a tutte le imprese che intendono esercitare l'attività del trasporto su strada di cose ad uso proprio
L'iscrizione all'Albo nazionale degli autotrasportatori serve a tutte le imprese che intendono esercitare l'attività del trasporto su strada di cose per conto terzi
L'iscrizione all'Albo nazionale degli autotrasportatori serve a tutte le imprese che intendono esercitare l'attività del trasporto su strada di cose per conto terzi
L'iscrizione all'Albo nazionale degli autotrasportatori serve al rilascio della Carta di circolazione ad uso terzi
L'iscrizione all'Albo nazionale degli autotrasportatori serve per effettuare servizio di trasporto per conto di terzi senza incorrere in un trasporto abusivo
L'iscrizione all'Albo nazionale degli autotrasportatori serve per poter essere esentati dal richiedere la carta di circolazione.
L'iscrizione all'Albo nazionale degli autotrasportatori serve solo alle imprese con autoveicoli di massa complessiva a pieno carico inferiore a 1,5 t, in quanto le imprese con autoveicoli di massa superiore sono esentate
L'iscrizione all'Albo nazionale degli autotrasportatori serve solo alle imprese con autoveicoli di massa complessiva a pieno carico superiore a 1,5 t, in quanto le imprese con autoveicoli di massa inferiore sono esentate
L'unione doganale comporta il divieto, fra gli Stati membri, dei dazi doganali
L'unione doganale comporta l'adozione di una tariffa doganale libera nei rapporti fra Stati membri e Paesi terzi
L'unione doganale comporta l'istituzione, fra gli Stati membri, dei dazi doganali
L'unione doganale non comporta il divieto dei dazi doganali nel movimento di merci fra gli Stati membri
La CEMT è formata, tra gli altri, da Turchia e Macedonia
La CEMT è la Conferenza europea dei ministri dei trasporti
La CEMT è ora trasformata in Foro Internazionale del Trasporto (IFT)
La CEMT ha liberalizzato i trasporti, per conto di terzi, di merci e persone esclusivamente nei paesi UE
La CEMT prevede il rilascio di autorizzazioni bilaterali tra paesi membri UE
La CEMT prevede il rilascio di autorizzazioni valide per il trasporto internazionale c/terzi di merci su strada
La CEMT regolamenta i trasporti solo tra Italia e Francia
La CMR è l'acronimo di Convention des Marchandises par Route
La CMR è la convenzione relativa al contratto di trasporto internazionale di merci su strada
La CMR è la convenzione relativa al contratto di trasporto nazionale di merci su strada
La CMR è la convenzione relativa al contratto nazionale di merci su strada
La CMR è la convenzione relativa al trasporto su strada di materiale deperibile
La CMR è la convenzione relativa al trasporto su strada di merci pericolose
La CMR è una convenzione relativa al contratto di trasporto di merci su strada
La CMR non può essere applicata al trasporto intermodale
La CMR non regola la responsabilità del mittente
La CMR regola l'esecuzione del trasporto
La CMR regola la presa in consegna della merce da parte del vettore
La CMR regola la responsabilità degli attori del contratto di trasporto, tranne quella del destinatario
La CMR regola la sola responsabilità del vettore
La CMR si applica ai contratti a titolo oneroso di trasporto di merci su strada quando il luogo di ricevimento della merce e il luogo previsto per la riconsegna sono situati in due Stati diversi di cui almeno uno sia Parte contraente della Convenzione, senza tenere in alcun conto né il domicilio né la cittadinanza delle parti contraenti
La CMR si applica ai contratti nazionali di merci su strada
La CMR si applica ai traslochi
La CMR si applica ai trasporti funebri
La CMR si applica ai trasporti gratuiti
La CMR si applica ai trasporti intermodali anche in caso di rottura del carico
La CMR si applica ai trasporti su strada di merci pericolose
La CMR si applica al trasporto combinato
La CMR si applica indipendentemente dal domicilio e dalla cittadinanza delle parti
La CMR si applica quando c'è un contratto di trasporto a titolo oneroso e la merce circola in un Paese che fa parte della Convenzione
La CMR si applica quando il luogo di ricevimento della merce e il luogo previsto per la consegna sono situati in due Paesi diversi, ma almeno uno fa parte della Convenzione
La CMR si applica quando il trasporto è in conto proprio
La copia certificata conforme della licenza comunitaria è rilasciata anche per veicoli in leasing
La copia certificata conforme della licenza comunitaria è rilasciata solo per veicoli a noleggio
La copia certificata conforme della licenza comunitaria è rilasciata solo per veicoli in proprietà
La copia certificata conforme della licenza è rilasciata in due originali, uno per l'impresa e uno per il conducente
La copia certificata conforme della licenza è rilasciata in tanti esemplari quanti sono gli autisti
La copia certificata conforme della licenza è rilasciata in tanti esemplari quanti sono i veicoli a motore
La copia certificata conforme della licenza è rilasciata in unico originale per l'impresa
La dichiarazione doganale è un atto con cui si vincola la merce ad un determinato regime doganale
La dichiarazione doganale è un atto unilaterale e obbligatorio
La dichiarazione doganale negli uffici doganali può essere presentata dal conducente
La dichiarazione doganale negli uffici doganali può essere presentata dal mittente stesso
La dichiarazione doganale negli uffici doganali può essere presentata dal trasportatore
La dichiarazione doganale negli uffici doganali può essere presentata dallo spedizioniere doganale
La dichiarazione doganale per l'assoggettamento ad un regime doganale di transito o sdoganamento deve essere fatta anche verbalmente
La dichiarazione doganale per l'assoggettamento ad un regime doganale di transito o sdoganamento deve essere fatta anche verbalmente purché con testimoni
La dichiarazione doganale per l'assoggettamento ad un regime doganale di transito o sdoganamento deve essere fatta per iscritto avvalendosi anche di sistemi informatici
La dichiarazione doganale per l'assoggettamento ad un regime doganale di transito o sdoganamento deve essere sottoscritta davanti al notaio
La dichiarazione doganale prevede sempre almeno una visita della merce
La dichiarazione doganale può avvenire per iscritto o per via informatica
La dichiarazione doganale può avvenire solo attraverso la compilazione del formulario DAU
La dichiarazione doganale si perfeziona con il riscontro parziale o totale, che viene attuato al di fuori degli spazi doganali
La guida di un veicolo adibito al trasporto di cose in conto proprio è consentita a qualsiasi persona purché munita di patente di categoria C
La guida di un veicolo adibito al trasporto di cose in conto proprio è consentita ad un collaboratore esterno all'impresa
La guida di un veicolo adibito al trasporto di cose in conto proprio è consentita ad un socio della società di persone intestataria della licenza.
La guida di un veicolo adibito al trasporto di cose in conto proprio è consentita al dipendente dell'azienda titolare della licenza
La guida di un veicolo adibito al trasporto di cose in conto proprio è consentita al titolare della licenza se trattasi di impresa individuale
La guida di un veicolo adibito al trasporto di cose in conto proprio è consentita anche ad un parente del titolare della licenza
La guida di un veicolo adibito al trasporto di cose in conto proprio è consentita esclusivamente al titolare dell'impresa
La lettera di vettura deve contenere: nome del destinatario, luogo di destinazione, natura, peso, quantità, numero delle cose da trasportare e condizioni convenute per il trasporto
La lettera di vettura è rilasciata dal mittente su richiesta del vettore
La lettera di vettura è rilasciata dal vettore su richiesta del mittente
La lettera di vettura è sottoscritta da un assicuratore
La lettera di vettura è sottoscritta dal mittente
La lettera di vettura è sottoscritta dal vettore
La lettera di vettura è un documento obbligatorio rilasciato dagli uffici doganali
La lettera di vettura è un documento obbligatorio rilasciato dagli UMC (uffici motorizzazione civile)
La lettera di vettura internazionale CMR anche se non viene compilata non influisce sulla validità del contratto
La lettera di vettura internazionale CMR deve contenere precise indicazioni obbligatorie
La lettera di vettura internazionale CMR è compilata in 3 esemplari originali
La lettera di vettura internazionale CMR è formata da 3 esemplari ma non è necessario che siano firmati
La lettera di vettura internazionale CMR è indispensabile ai fini della validità del contratto
La lettera di vettura internazionale CMR è libera nella forma
La lettera di vettura internazionale CMR è libera nella sostanza
La lettera di vettura internazionale CMR è prevista dalla CMR come forma di regolamentazione del contratto di trasporto
La lettera di vettura internazionale CMR è redatta in un numero minimo di due esemplari per mittente e destinatario
La lettera di vettura internazionale CMR è redatta in un numero minimo di quattro esemplari di cui il secondo è per il proprietario della merce
La lettera di vettura internazionale CMR è redatta in un numero minimo di tre esemplari di cui il primo è destinato al mittente
La lettera di vettura internazionale CMR è redatta in un numero minimo di tre esemplari di cui il secondo accompagna la merce
La lettera di vettura internazionale CMR è redatta in un numero minimo di tre esemplari di cui il terzo è trattenuto dal vettore
La lettera di vettura internazionale CMR fa fede della conclusione del contratto e del ricevimento della merce da parte del vettore
La lettera di vettura internazionale CMR ha un quarto esemplare, di colore bianco, che può servire a fini statistici
La lettera di vettura internazionale CMR in Italia deve essere conservata dal destinatario per almeno 2 anni dalla data del trasporto
La lettera di vettura internazionale CMR può contenere anche indicazioni contrarie alla CMR
La lettera di vettura internazionale CMR quando manca o viene smarrita influisce sulla validità del contratto di trasporto
La lettera di vettura internazionale CMR va sottoscritta sia dal mittente che dal vettore in maniera autografa oppure stampata oppure apposta mediante timbri del mittente e del vettore secondo le regole dello Stato nel quale è emessa
La lettera di vettura internazionale CMR va sottoscritta solo dal mittente in maniera autografa
La lettera di vettura internazionale CMR va sottoscritta solo dal vettore in maniera autografa oppure stampata oppure apposta mediante timbri
La licenza comunitaria deve essere rinnovata solo quando si sostituisce o si aggiunge un veicolo al parco veicolare dell'impresa
La licenza comunitaria è disponibile in più copie conformi da tenere a bordo dei veicoli
La licenza comunitaria è il titolo abilitativo necessario per effettuare trasporti in ambito extraeuropeo
La licenza comunitaria è intestata a più autotrasportatori se trattasi di cooperativa
La licenza comunitaria è intestata ad un solo autotrasportatore
La licenza comunitaria è intestata ad un solo vettore
La licenza comunitaria è intestata al singolo autista
La licenza comunitaria è intestata al singolo autocarro con cui si viaggia
La licenza comunitaria è necessaria per il trasporto all'interno dell'Unione europea di effetti postali nell'ambito di un regime di pubblico servizio
La licenza comunitaria è necessaria per il trasporto all'interno dell'Unione europea di medicinali per conto terzi
La licenza comunitaria è necessaria per il trasporto all'interno dell'Unione europea di merci in conto proprio
La licenza comunitaria è necessaria per il trasporto all'interno dell'Unione europea di merci per conto terzi con veicoli aventi massa complessiva oltre a 6 t o portata oltre 3,5 tonnellate
La licenza comunitaria è rilasciata alle imprese europee abilitate alla professione di trasportatore dalle autorità competenti dello Stato di stabilimento dell'impresa
La licenza comunitaria è rilasciata dagli Uffici motorizzazione civile
La licenza comunitaria è rilasciata dalla Camera di Commercio
La licenza comunitaria è rilasciata dalla Direzione generale per il trasporto stradale e per l'intermodalità del Dipartimento per i trasporti, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici
La licenza comunitaria è rilasciata dalle Province
La licenza comunitaria è rilasciata dalle Regioni
La licenza comunitaria è rinnovabile
La licenza comunitaria è sufficiente, per un'impresa italiana, per svolgere attività di trasporto su strada per conto terzi in Russia
La licenza comunitaria è un documento che permette al titolare di effettuare i trasporti internazionali nei paesi dell'UE
La licenza comunitaria è valida nei Paesi dell'Unione europea, con eccezione della Spagna
La licenza comunitaria è valida nei Paesi dell'Unione europea, dello Spazio economico europeo e nella Svizzera
La licenza comunitaria ha una durata di1 anno
La licenza comunitaria ha una durata di5 anni
La licenza comunitaria ha validità di cinque anni
La licenza comunitaria non è necessaria nel caso di traslochi
La licenza comunitaria non è necessaria nel caso di trasporti di animali
La licenza comunitaria non è necessaria nel caso di trasporti di medicinali
La licenza comunitaria non è necessaria nel caso di trasporti di merci con autoveicoli il cui peso totale a carico autorizzato, compreso quello dei rimorchi, non supera 6 tonnellate o il cui carico utile autorizzato, compreso quello dei rimorchi, non supera 3,5 tonnellate
La licenza comunitaria non è necessaria nel caso di trasporti di persone
La licenza comunitaria non è necessaria nel caso di trasporti di veicoli danneggiati o da riparare
La licenza comunitaria non è necessaria nel caso di trasporti postali
La licenza comunitaria non ha scadenza
La licenza comunitaria può essere cedibile a terzi
La licenza comunitaria se il veicolo a motore ed il rimorchio sono immatricolati in Stati diversi, è necessaria solo per il veicolo a motore
La licenza di trasporto di cose in conto proprio è rilasciata dal Comitato provinciale Albo autotrasportatori
La licenza di trasporto di cose in conto proprio è rilasciata dall'Ufficio Motorizzazione civile
La licenza di trasporto di cose in conto proprio è rilasciata dalla Camera di commercio
La licenza di trasporto di cose in conto proprio è rilasciata dalla Prefettura
La licenza di trasporto di cose in conto proprio è rilasciata dalla Provincia
La licenza per il trasporto in conto proprio contiene la limitazione delle merci che possono essere trasportate
La licenza per il trasporto in conto proprio è prevista solo per veicoli aventi una massa complessiva superiore a 6 t
La licenza per il trasporto in conto proprio non contiene nessuna limitazione relativamente alle cose trasportate
La licenza per il trasporto in conto proprio non deve accompagnare la carta di circolazione
La licenza per il trasporto in conto proprio non riporta l'attività svolta dall'intestatario
La mancanza, la irregolarità o lo smarrimento della lettera di vettura internazionale CMR non influisce comunque sulla validità del contratto
La mancanza, la irregolarità o lo smarrimento della lettera di vettura internazionale CMR rende annullabile il contratto
La mancanza, la irregolarità o lo smarrimento della lettera di vettura internazionale CMR rende inefficace il contratto
La mancanza, la irregolarità o lo smarrimento della lettera di vettura internazionale CMR rende nullo il contratto
La normativa della CMR è applicata da quando il veicolo messo a disposizione è ritenuto idoneo dal mittente
La normativa della CMR è applicata dal momento in cui il vettore mette a disposizione il mezzo con il quale verrà effettuato il trasporto
La normativa della CMR è applicata dalla presa in consegna della merce
La normativa della CMR è applicata dalla stipula del contratto di trasporto
Le autorizzazioni CEMT consentono di effettuare trasporti di cabotaggio in un Paese diverso da quello di stabilimento dell'impresa che effettua il trasporto
Le autorizzazioni CEMT consentono di effettuare trasporti di cabotaggio in un Paese diverso da quello di stabilimento dell'impresa che effettua il trasporto solo nel caso in cui il tragitto da percorrere sia in direzione dell'uscita dal Paese ospitante
Le autorizzazioni CEMT consentono di effettuare trasporti di cabotaggio in un Paese diverso da quello di stabilimento dell'impresa che effettua il trasporto solo se questa sta effettuando il terzo viaggio a carico consentito nell'arco del mese
Le autorizzazioni CEMT di breve durata hanno validità 60 giorni
Le autorizzazioni CEMT di breve durata hanno validità 90 giorni possono essere utilizzate solo per trasporti in ambito extra UE
Le autorizzazioni CEMT di breve durata non sono valide per la circolazione in territorio austriaco
Le autorizzazioni CEMT non consentono di effettuare trasporti di cabotaggio in un Paese diverso da quello di stabilimento dell'impresa che effettua il trasporto
Le autorizzazioni CEMT sono contingentate
Le autorizzazioni CEMT sono libere per i Paesi UE e contingentate per tutti gli altri
Le autorizzazioni CEMT sono rilasciate agli spedizionieri doganali che le affittano di volta in volta all'impresa che questi incaricano di effettuare il trasporto
Le autorizzazioni CEMT sono rilasciate in originale all'impresa che ha titolo per ottenerle
Le autorizzazioni CEMT sono valide per il numero dei viaggi stabilito in base a quelli effettuati nell'anno precedente
Le autorizzazioni CEMT sono valide per un determinato limite temporale
Le autorizzazioni CEMT sono valide per un numero illimitato di viaggi
Le autorizzazioni CEMT sono valide per100 viaggi
Le autorizzazioni CEMT sono valide per50 viaggi
Le copie della licenza comunitaria devono essere conformi all'originale
Le copie della licenza comunitaria devono essere conservate presso la sede dell'impresa e non a bordo dei mezzi
Le copie della licenza comunitaria devono essere tenute a bordo dei veicoli in disponibilità dell'impresa
Le copie della licenza comunitaria sono fotocopie non autenticate
Le copie della licenza comunitaria sono rilasciate per i soli veicoli di proprietà dell'impresa
Le copie della licenza comunitaria sono rilasciate per i veicoli in disponibilità dell'impresa
Le copie della licenza comunitaria vengono rilasciate dall'UMC di competenza
Le copie della licenza comunitaria vengono rilasciate in numero corrispondente ai conducenti dipendenti dell'impresa
Le copie della licenza comunitaria vengono rilasciate in numero corrispondente ai veicoli in disponibilità
Le dogane controllano le merci per fini fiscali
Le dogane dipendono completamente dall'Unione Europea nelle cui casse finiscono tutti i dazi
Le dogane hanno anche un fine tutelativo nei confronti dell'industria e dei consumatori
Le dogane italiane sono al servizio dell'UE
Le dogane non esistono più in quanto con l'UE sono state abbattute tutte le frontiere
Le dogane non hanno fini impositivi
Le dogane sono addette al controllo in entrata e in uscita delle merci
Le imprese di autotrasporto, per ottenere il Carnet TIR in Italia, devono essere iscritte nell'apposito registro istituito presso Unione italiana delle Camere di Commercio
Le merci comunitarie sono definite "in libera pratica"
Le merci in arrivo nel territorio doganale italiano, qualora non abbiano già ricevuto una destinazione doganale, debbono formare oggetto di dichiarazione sommaria verbale al comune di entrata
Le merci in arrivo nel territorio doganale italiano, qualora non abbiano già ricevuto una destinazione doganale, debbono formare oggetto di dichiarazione sommaria verbale al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti
Le merci in arrivo nel territorio doganale italiano, qualora non abbiano già ricevuto una destinazione doganale, debbono formare oggetto di una dichiarazione sommaria scritta presso la dogana di entrata
Le merci in arrivo nel territorio doganale italiano, qualora non abbiano già ricevuto una destinazione doganale, debbono formare oggetto di una dichiarazione sommaria verbale presso qualsiasi dogana
Le sanzioni previste per il trasporto abusivo si applicano a tutti i protagonisti della filiera dell'autotrasporto
Le sanzioni previste per il trasporto abusivo si applicano al caricatore ed al proprietario della merce
Le sanzioni previste per il trasporto abusivo si applicano al committente, al caricatore, al proprietario della merce, oltre che al vettore
Le sanzioni previste per il trasporto abusivo si applicano solo al vettore
Le sanzioni previste per il trasporto abusivo si applicano solo al vettore ed al caricatore
Le società di persone non possono effettuare il trasporto di cose per conto terzi
Livigno e Campione d'Italia sono territori italiani considerati extradoganali
Nel campo dell'autotrasporto internazionale, il cabotaggio costituisce l'ammissione di vettori residenti ai trasporti nazionali di merci
Nel campo dell'autotrasporto internazionale, il cabotaggio è ammesso senza alcun condizionamento né regole
Nel campo dell'autotrasporto internazionale, il cabotaggio è l'ammissione di vettori non residenti, ai trasporti nazionali di merci in uno Stato UE diverso da quello in cui il trasportatore è stabilito
Nel campo dell'autotrasporto internazionale, il cabotaggio è l'ammissione di vettori non residenti, ai trasporti nazionali di merci, in uno stato facente parte dello Spazio Economico Europeo (SEE) diverso da quello in cui il trasportatore è stabilito
Nel campo dell'autotrasporto internazionale, il cabotaggio è la possibilità che un trasportatore appartenente ad uno degli Stati membri possa attraversare liberamente, durante l'esecuzione di un trasporto, un altro Paese UE
Nel campo dell'autotrasporto internazionale, il cabotaggio è la possibilità che un trasportatore appartenente ad uno degli Stati membri, possa trasportare merci dal suo ad un altro degli Stati UE
Nel campo dell'autotrasporto internazionale, il cabotaggio è la possibilità per un trasportatore, appartenente ad uno degli Stati membri, di effettuare trasporti nazionali in altro Stato UE
Nel caso in cui si verifichino dei danni alle persone, al materiale o ad altre merci o si debbano sostenere spese causate dall'imperfezione dell'imballaggio o da un difettoso od inadeguato fissaggio delle merci sul veicolo, la responsabilità è del destinatario se non firma la lettera di vettura al ricevimento della merce
Nel caso in cui si verifichino dei danni alle persone, al materiale o ad altre merci o si debbano sostenere spese causate dall'imperfezione dell'imballaggio o da un difettoso od inadeguato fissaggio delle merci sul veicolo, la responsabilità è del mittente quando ha effettuato il carico della merce
Nel caso in cui si verifichino dei danni alle persone, al materiale o ad altre merci o si debbano sostenere spese causate dall'imperfezione dell'imballaggio o da un difettoso od inadeguato fissaggio delle merci sul veicolo, la responsabilità è del mittente quando il vettore ha segnalato sulla lettera di vettura le anomalie riscontrate
Nel caso in cui si verifichino dei danni alle persone, al materiale o ad altre merci o si debbano sostenere spese causate dall'imperfezione dell'imballaggio o da un difettoso od inadeguato fissaggio delle merci sul veicolo, la responsabilità è del mittente quando le spese o i danni si sono verificati a causa dell'inesattezza o dell'incompletezza delle indicazioni da lui riportate sulla lettera di vettura
Nel caso in cui si verifichino dei danni alle persone, al materiale o ad altre merci o si debbano sostenere spese causate dall'imperfezione dell'imballaggio o da un difettoso od inadeguato fissaggio delle merci sul veicolo, la responsabilità è del vettore anche quando ha segnalato sulla lettera di vettura le anomalie riscontrate
Nel caso in cui si verifichino dei danni alle persone, al materiale o ad altre merci o si debbano sostenere spese causate dall'imperfezione dell'imballaggio o da un difettoso od inadeguato fissaggio delle merci sul veicolo, la responsabilità è del vettore quando le spese o i danni si sono verificati a causa dell'inesattezza o dell'incompletezza delle indicazioni riportate sulla lettera di vettura dal mittente
Nel caso in cui si verifichino dei danni alle persone, al materiale o ad altre merci o si debbano sostenere spese causate dall'imperfezione dell'imballaggio o da un difettoso od inadeguato fissaggio delle merci sul veicolo, la responsabilità è del vettore quando non ha adottato le precauzioni necessarie nonostante le segnalazioni indicate sulla lettera di vettura
Nel caso in cui si verifichino dei danni alle persone, al materiale o ad altre merci o si debbano sostenere spese causate dall'imperfezione dell'imballaggio o da un difettoso od inadeguato fissaggio delle merci sul veicolo, la responsabilità è del vettore se la lettera di vettura non contiene le sue riserve motivate, in quanto si presume che al momento del ricevimento la merce ed il suo imballaggio si trovassero in buono stato apparente
Nel caso in cui si verifichino dei danni alle persone, al materiale o ad altre merci o si debbano sostenere spese causate dall'imperfezione dell'imballaggio o da un difettoso od inadeguato fissaggio delle merci sul veicolo, la responsabilità è sempre del vettore anche se il carico della merce è stato fatto dal mittente
Nel caso in cui si verifichino dei danni alle persone, al materiale o ad altre merci o si debbano sostenere spese causate dall'imperfezione dell'imballaggio o da un difettoso od inadeguato fissaggio delle merci sul veicolo, la responsabilità è sempre del vettore fino al ritorno in sede, anche con il veicolo vuoto
Nel contratto di subtrasporto il vettore assume l'obbligo di stipulare con altre imprese d'autotrasporto autonomi contratti di trasporto
Nel contratto di subtrasporto il vettore assume nei confronti del mittente l'obbligo dell'esecuzione dell'intero trasporto dal luogo di partenza fino al luogo di destinazione, avvalendosi dell'opera di uno o più subvettori
Nel contratto di subtrasporto il vettore assume nei confronti del mittente l'obbligo di assicurare le merci
Nel contratto di subtrasporto il vettore assume nei confronti del mittente l'obbligo di restituire le merci in caso di mancata consegna delle stesse
Nel contratto di subtrasporto il vettore non assume nessun obbligo
Nel contratto di trasporto a "porto affrancato" il pagamento è effettuato dal destinatario
Nel contratto di trasporto a "porto affrancato" il pagamento è effettuato dal mittente
Nel contratto di trasporto a "porto affrancato" il pagamento è effettuato dal vettore
Nel contratto di trasporto a "porto affrancato" il pagamento è effettuato indifferentemente dal mittente o dal destinatario
Nel contratto di trasporto a "porto assegnato" il prezzo è pagato dal destinatario
Nel contratto di trasporto a "porto assegnato" il prezzo è pagato dal mittente
Nel contratto di trasporto a "porto assegnato" il prezzo è pagato dal vettore
Nel contratto di trasporto a "porto assegnato" il prezzo è pagato indifferentemente dal mittente o dal destinatario
Nel contratto di trasporto su strada, la forma scritta è consigliabile
Nel contratto di trasporto su strada, la forma scritta è indispensabile
Nel contratto di trasporto su strada, la forma scritta è rappresentata dal documento di controllo-foglio di viaggio
Nel contratto di trasporto su strada, la forma scritta è rappresentata dalla lettera di vettura
Nel contratto di trasporto su strada, la forma scritta è vietata
Nel contratto di trasporto su strada, la forma scritta non è discrezionale
Nel contratto di trasporto su strada, la forma scritta non è obbligatoria
Nel contratto di trasporto su strada, la forma scritta pregiudica la validità del contratto
Nel transito attraverso il confine Italo-Svizzero di Ponte Chiasso (CO) e di Gaggiolo (VA) la "scheda di circolazione" va compilata e sottoscritta da autista del veicolo contenente la merce
Nel transito attraverso il confine Italo-Svizzero di Ponte Chiasso (CO) e di Gaggiolo (VA) la "scheda di circolazione" va compilata e sottoscritta da esportatore
Nel transito attraverso il confine Italo-Svizzero di Ponte Chiasso (CO) e di Gaggiolo (VA) la "scheda di circolazione" va compilata e sottoscritta da spedizioniere
Nel transito attraverso il confine Italo-Svizzero di Ponte Chiasso (CO) e di Gaggiolo (VA) la "scheda di circolazione" va compilata e sottoscritta da titolare dell'impresa di trasporto
Nel trasporto cumulativo la responsabilità per i danni diversi da quelli dovuti per ritardo o interruzione del viaggio, spetta a tutti i vettori in solido salva la possibilità di rivalsa contro colui o coloro che hanno causato il danno
Nel trasporto cumulativo la responsabilità per i danni diversi da quelli dovuti per ritardo o interruzione del viaggio, spetta ad ogni vettore in ragione dell'intero percorso
Nel trasporto cumulativo la responsabilità per i danni diversi da quelli dovuti per ritardo o interruzione del viaggio, spetta ad ogni vettore in ragione solo del proprio percorso
Nel trasporto cumulativo la responsabilità per i danni diversi da quelli dovuti per ritardo o interruzione del viaggio, spetta al singolo vettore in relazione al proprio percorso e di quello che lo precede
Nel trasporto cumulativo la responsabilità per i danni diversi da quelli dovuti per ritardo o interruzione del viaggio, spetta al singolo vettore in relazione al proprio percorso e di quello che lo segue
Nel trasporto cumulativo, il vettore che ha compiuto la tratta più lunga risponde dei danni subiti dalle merci se non è possibile individuare il vettore che li ha causati
Nel trasporto cumulativo, se le merci subiscono danni e non è possibile individuare il vettore che li ha causati, tutti i vettori ne rispondono in parti proporzionali ai rispettivi percorsi
Nel trasporto cumulativo, se le merci subiscono danni e non è possibile individuare il vettore che li ha causati, tutti i vettori rispondono in parti uguali
Nel trasporto cumulativo, solamente il primo e l'ultimo vettore rispondono dei danni subiti dalle merci se non è possibile individuare il vettore che li ha causati
Nel trasporto di cose in conto proprio, le merci da trasportare non devono avere attinenza merceologica con l'attività principale dell'impresa proprietaria del veicolo
Nell'autotrasporto di cose per conto terzi, le tariffe del trasporto a forcella sono state adeguate al costo del carburante
Nell'autotrasporto di cose per conto terzi, le tariffe del trasporto sono determinate dagli operatori nel libero mercato se pur con alcune limitazioni dovute al prezzo del carburante
Nell'autotrasporto di cose per conto terzi, le tariffe del trasporto sono fisse ed obbligatorie
Nell'autotrasporto di cose per conto terzi, le tariffe del trasporto vengono contrattate liberamente tra le parti contraenti pur con alcune regolazioni relativamente al prezzo del carburante
Nella CMR il mittente può far verificare solo il numero dei colli
Nella CMR può essere intrapresa azione di risarcimento del danno nei confronti del vettore se il danno non è causato dal comportamento del titolare del diritto di disposizione della merce
Nella CMR può essere intrapresa azione di risarcimento del danno nei confronti del vettore se il danno provocato non è conseguenza diretta della esecuzione dell'ordine ricevuto
Nella CMR può essere intrapresa azione di risarcimento del danno nei confronti del vettore se il vettore ha avvertito il titolare del diritto di disposizione della merce del danno conseguente ad un suo ordine
Nella CMR può essere intrapresa azione di risarcimento del danno nei confronti del vettore se il vettore ha operato con la diligenza professionale richiesta dal trasporto della merce affidatagli
Nella CMR, i danni che derivano dall'omissione e dall'inesattezza delle indicazioni dei documenti di trasporto sono a carico del destinatario
Nella CMR, i danni che derivano dall'omissione e dall'inesattezza delle indicazioni dei documenti di trasporto sono a carico del mittente
Nella CMR, i danni che derivano dall'omissione e dall'inesattezza delle indicazioni dei documenti di trasporto sono a carico del vettore
Nella CMR, i danni che derivano dall'omissione e dall'inesattezza delle indicazioni dei documenti di trasporto sono a carico di nessuno
Nella CMR, il destinatario della merce non ha più interesse alla riconsegna quando la merce non ha più le caratteristiche originarie e non può più essere utilizzata
Nella CMR, il destinatario della merce non ha più interesse alla riconsegna quando la merce viene consegnata entro 20 giorni dal termine convenuto
Nella CMR, il destinatario della merce non ha più interesse alla riconsegna quando non essendo convenuto un termine, la merce viene consegnata entro 50 giorni dal ricevimento della merce da parte del vettore
Nella CMR, il destinatario della merce non ha più interesse alla riconsegna quando nonostante tutto, la merce può ancora essere utilizzata
Nella CMR, il destinatario della merce non può sostituire altri destinatari a se stesso
Nella CMR, il destinatario della merce può sostituire altri destinatari a se stesso
Nella CMR, il destinatario della merce può sostituire altri destinatari a se stesso dopo avere fatto scaricare la merce
Nella CMR, il destinatario della merce può sostituire altri destinatari a se stesso ma deve comunicarlo all'autista del mezzo utilizzato
Nella CMR, il mittente deve porre il vettore nella condizione di eseguire correttamente il trasporto
Nella CMR, il mittente è responsabile verso il vettore per l'imperfezione dell'imballaggio della merce se il vettore ha tempestivamente proposto riserve in proposito nel caso la circostanza sia apparente o quanto meno nota
Nella CMR, il mittente ha facoltà di esigere che il vettore verifichi il peso lordo o la quantità in cui la merce è espressa, a proprie spese
Nella CMR, il mittente ha facoltà di esigere che il vettore verifichi il peso lordo o la quantità in cui la merce è espressa, a spese del vettore
Nella CMR, il mittente non è mai responsabile del trasporto
Nella CMR, il mittente non è responsabile se lettera di vettura è, in tutto o in parte, compilata dal vettore
Nella CMR, il mittente non è responsabile verso il vettore per l'imballo della merce essendo questo un onere del vettore
Nella CMR, il mittente non è responsabile verso il vettore per lo stato dell'imballo della merce
Nella CMR, il mittente non è tenuto a segnalare al vettore l'esatta natura del pericolo delle merci
Nella CMR, il mittente non ha oneri nella valutazione dell'imballaggio
Nella CMR, il mittente non può incaricare il vettore di altre incombenze oltre quelle proprie del trasporto
Nella CMR, il mittente non risponde mai dell'imperfezione dell'imballaggio
Nella CMR, il mittente può incaricare il vettore di incassare una somma determinata che, per effetto di altro rapporto, sia dovuta al mittente medesimo
Nella CMR, il mittente può incaricare il vettore di incassare una somma di denaro oppure il suo equivalente in qualsiasi bene di valore non determinabile
Nella CMR, il mittente può incaricare il vettore di riscuotere per suo conto somme di denaro non quantificate
Nella CMR, il mittente può rispondere verso il vettore per l'imperfezione dell'imballaggio
Nella CMR, il mittente risponde sempre dell'imperfezione dell'imballaggio
Nella CMR, il mittente risponde sempre verso il vettore per la merce consegnata
Nella CMR, il vettore che dopo avere comunicato al mittente l'impossibilità di portare a termine il viaggio concordato, non riceve alcuna istruzione ha l'obbligo di adottare i provvedimenti più opportuni nell'interesse dell'avente diritto
Nella CMR, il vettore che dopo avere comunicato al mittente l'impossibilità di portare a termine il viaggio concordato, non riceve alcuna istruzione non ha alcun obbligo
Nella CMR, il vettore che dopo avere comunicato al mittente l'impossibilità di portare a termine il viaggio concordato, non riceve alcuna istruzione riporta la merce al luogo di carico
Nella CMR, il vettore che dopo avere comunicato al mittente l'impossibilità di portare a termine il viaggio concordato, non riceve alcuna istruzione scarica la merce nel primo posto adatto
Nella CMR, il vettore che non ha la possibilità di eseguire le disposizioni del mittente deve comunicarlo al mittente
Nella CMR, il vettore che non ha la possibilità di eseguire le disposizioni del mittente deve decidere in base alla propria convenienza senza comunicarlo al mittente
Nella CMR, il vettore che non ha la possibilità di eseguire le disposizioni del mittente deve interrompere il viaggio
Nella CMR, il vettore che non ha la possibilità di eseguire le disposizioni del mittente deve riconsegnare la merce al mittente
Nella CMR, il vettore è responsabile in modo diretto ed immediato per il lavoro di tutti coloro che esplicano una funzione relativa all'esecuzione del trasporto
Nella CMR, il vettore è responsabile per il lavoro di tutti quelli che intervengono nell'esecuzione del trasporto purché retribuiti secondo il contratto
Nella CMR, il vettore è responsabile per il lavoro di tutti quelli che intervengono nell'esecuzione del trasporto, senza tenere in alcun conto il rapporto che intercorre fra essi e il vettore medesimo
Nella CMR, il vettore è responsabile solo degli addetti regolarmente stipendiati
Nella CMR, il vettore è responsabile solo della merce
Nella CMR, il vettore è responsabile soltanto per il lavoro del personale addetto al carico della merce
Nella CMR, il vettore è responsabile soltanto per il lavoro dell'autista
Nella CMR, in caso di ritardo, il titolare del diritto non può chiedere il risarcimento per perdita della merce né l'indennità per i ritardo
Nella CMR, in caso di ritardo, il titolare del diritto può chiedere il risarcimento o l'indennità per perdita della merce con rinuncia all'indennità per ritardo
Nella CMR, in caso di ritardo, il titolare del diritto può chiedere la riconsegna oltre il termine con diritto all'indennità di ritardo
Nella CMR, in caso di ritardo, il titolare del diritto può chiedere sia il risarcimento per perdita della merce che l'indennità per riconsegna della merce oltre il termine
Nella CMR, in caso di ritardo, il titolare del diritto può ricevere la merce con ritardo ma non ha diritto ad alcuna indennità
Nella CMR, l'avaria è il danneggiamento della merce
Nella CMR, l'avaria è il danneggiamento della merce con conseguente riduzione del suo valore economico, pur essendo ancora utilizzabile
Nella CMR, l'avaria è il danneggiamento della merce con riduzione del suo valore economico e della sua utilizzabilità
Nella CMR, l'avaria è la perdita della utilizzabilità della merce
Nella CMR, la durata del trasporto deve essere indicata solo nella lettera di vettura
Nella CMR, la durata del trasporto non può essere concordata verbalmente
Nella CMR, la durata del trasporto non può essere indicata in un documento separato e diverso dalla lettera di vettura
Nella CMR, la durata del trasporto può essere concordata verbalmente
Nella CMR, la durata del trasporto può essere indicata in un documento separato
Nella CMR, la durata del trasporto può essere indicata nella lettera di vettura
Nella CMR, la lettera di vettura andata persa, può essere sostituita con il consenso del destinatario della merce
Nella CMR, la lettera di vettura andata persa, può essere sostituita da nessun documento
Nella CMR, la lettera di vettura andata persa, può essere sostituita da una nuova lettera di vettura in tre esemplari formata dal mittente e dal vettore
Nella CMR, la lettera di vettura andata persa, può essere sostituita dal conducente del veicolo usato per il trasporto
Nella CMR, la lettera di vettura può essere chiesta per ogni carico e per ogni genere di merce trasportata
Nella CMR, la lettera di vettura può essere chiesta solo per il veicolo usato nel trasporto
Nella CMR, la lettera di vettura può essere chiesta solo per un carico di merce
Nella CMR, la lettera di vettura può essere chiesta solo per un genere di merce trasportata
Nella CMR, la merce s'intende avariata quando la variazione o differenza nello stato fisico della merce trasportata è conseguenza di ordini impartiti dal destinatario
Nella CMR, la merce s'intende avariata quando la variazione o differenza nello stato fisico della merce trasportata è riconducibile ad atti del vettore
Nella CMR, la merce s'intende avariata quando la variazione o differenza nello stato fisico della merce trasportata non influenza il suo valore commerciale
Nella CMR, la merce s'intende avariata quando vi è una variazione o differenza nello stato fisico della merce trasportata tale da abbassarne il valore commerciale
Nella CMR, la presa in carico è un atto complesso che comprende il carico della merce e il passaggio della sua detenzione dal mittente al vettore
Nella CMR, la presa in carico è un atto complesso che comprende il carico della merce, il passaggio della sua detenzione al vettore e la verifica sia dello stato apparente della merce e dell'imballaggio sia dell'esattezza delle indicazioni della lettera di vettura
Nella CMR, la presa in carico è un atto complesso che comprende l'esattezza delle indicazioni della lettera di vettura sul numero dei colli
Nella CMR, la presa in carico è un atto complesso che comprende la verifica dello stato apparente della merce e dell'imballaggio
Nella CMR, la responsabilità del vettore inizia con la presa incarico della merce e termina con la riconsegna a destinazione
Nella CMR, la responsabilità del vettore inizia con la stipula del contratto di trasporto e termina con la riconsegna al destinatario
Nella CMR, la responsabilità del vettore inizia dal momento nel quale il veicolo comincia di fatto il trasporto e termina quando il veicolo entra nel luogo di destinazione della merce
Nella CMR, la responsabilità del vettore inizia prima della presa in carico della merce e termina con la riconsegna a destinazione
Nella CMR, la riconsegna della merce avviene quando il mittente ne riceve comunicazione dal destinatario
Nella CMR, la riconsegna della merce avviene quando il vettore abbandona la merce presso il destinatario senza che questi ne entri in possesso
Nella CMR, la riconsegna della merce è un atto complesso che comprende l'avviso di merce arrivata a destinazione, la richiesta di consegna merce fatta dal destinatario e la consegna materiale della merce
Nella CMR, la riconsegna della merce non è un atto complesso
Nella CMR, nel caso di impossibilità a proseguire il viaggio, il vettore deve darne comunicazione all'ambasciata italiana presso lo Stato nel cui territorio si verifica l'impedimento
Nella CMR, nel caso di impossibilità a proseguire il viaggio, il vettore deve darne comunicazione anche al destinatario della merce
Nella CMR, nel caso di impossibilità a proseguire il viaggio, il vettore deve darne comunicazione solo al mittente
Nella CMR, nel caso di impossibilità a proseguire il viaggio, il vettore non è necessario che ne dia comunicazione al mittente e neppure al destinatario
Nella CMR, nel caso di trasporto combinato, la responsabilità del vettore è esclusa quando l'evento dannoso avviene nella tratta non stradale e non sia dovuta ad atto o ad omissione del vettore
Nella CMR, nel caso di trasporto combinato, la responsabilità del vettore è inclusa anche quando l'evento dannoso avviene nella tratta non stradale
Nella CMR, nel caso di trasporto combinato, la responsabilità del vettore è totale e comprende anche i danni provocati da terzi nella tratta non stradale
Nella CMR, nel caso di trasporto combinato, la responsabilità del vettore include anche i danni degli altri vettori non stradali se la partenza del carico è avvenuta con il mezzo stradale
Nella CMR, nel corso del trasporto, il vettore è responsabile della perdita totale o parziale della merce o della sua avaria o del ritardo nella consegna
Nella CMR, nel corso del trasporto, il vettore è responsabile solo del ritardo nella consegna
Nella CMR, nel corso del trasporto, il vettore è responsabile solo della perdita parziale o totale della merce
Nella CMR, nel corso del trasporto, il vettore non risponde se il ritardo è dovuto a guasto del veicolo utilizzato
Nella CMR, per ritardo s'intende la mancata riconsegna della merce entro 40 giorni dal termine convenuto
Nella CMR, per ritardo s'intende la mancata riconsegna della merce entro 70 giorni dal ricevimento della merce da parte del vettore
Nella CMR, per ritardo s'intende la mancata riconsegna della merce entro il termine convenuto
Nella CMR, per ritardo s'intende la mancata riconsegna della merce nel luogo di destinazione concordato
Nella CMR, prima dell'inizio del trasporto, deve essere fornita dal mittente la documentazione per il transito doganale ed ogni altra certificazione necessaria
Nella CMR, prima dell'inizio del trasporto, deve essere fornita dal mittente solo la documentazione che autorizza il veicolo ad attraversare la frontiera
Nella CMR, prima dell'inizio del trasporto, deve essere fornita dal mittente soltanto la certificazione relativa all'origine della merce, valutaria, sanitaria, di polizia e consimili
Nella CMR, prima dell'inizio del trasporto, deve essere fornita dal mittente soltanto la lettera di vettura
Nella CMR, si ha impedimento assoluto alla realizzazione del viaggio quando il costo del trasporto supera del 10% quello preventivato
Nella CMR, si ha impedimento assoluto alla realizzazione del viaggio quando il tempo previsto per la consegna della merce è inferiore del 10% a quello effettivo
Nella CMR, si ha impedimento assoluto alla realizzazione del viaggio quando il vettore non può realizzare il trasporto secondo la previsione di tempi, modalità e costi risultanti dalla lettera di vettura
Nella CMR, si ha impedimento assoluto alla realizzazione del viaggio quando il vettore smarrisce la lettera di vettura
Nella CMR, si ha perdita totale e non avaria quando il valore della merce trasportata non è indicato nella lettera di vettura
Nella CMR, si ha perdita totale e non avaria quando la merce diventa obiettivamente non commerciabile nella sua totalità anche se l'avaria si riferisce ad una sola parte della merce trasportata
Nella CMR, si ha perdita totale e non avaria quando la merce può essere collocata sul mercato di destinazione a prezzo irrisorio
Nella CMR, si ha perdita totale e non avaria quando risulta avariata una parte della merce trasportata e sono state emesse più lettere di vettura
Nelle zone franche o depositi franchi è comunque obbligatoria la dichiarazione doganale
Nelle zone franche o depositi franchi è di solito conveniente l'acquisto di alcoolici, tabacchi, profumi, zucchero e carburanti
Nelle zone franche o depositi franchi il versamento per il trasporto viene effettuato da chi spedisce la merce
Nelle zone franche o depositi franchi le merci comunitarie beneficiano di misure connesse alla loro esportazione
Nelle zone franche o depositi franchi le merci non comunitarie sono considerate come merci non situate nel territorio doganale della Comunità
Nelle zone franche o depositi franchi occorre pagare una franchigia per le merci depositate
Nelle zone franche o depositi franchi vengono depositate le merci in attesa dell'immissione in libera pratica
Non è ammesso il rilascio di licenza per trasporto di cose in conto proprio se i veicoli vengano condotti da persona estranea all'impresa
Non è ammesso il rilascio di licenza per trasporto di cose in conto proprio se il trasporto avvenga con i mezzi di proprietà dell'impresa
Non è ammesso il rilascio di licenza per trasporto di cose in conto proprio se il trasporto avvenga con veicoli noleggiati
Non è ammesso il rilascio di licenza per trasporto di cose in conto proprio se l'attività di trasporto sia economicamente prevalente nell'impresa
Non è ammesso il rilascio di licenza per trasporto di cose in conto proprio se le merci sono state trasformate dall'impresa che richiede la licenza
Non occorre la bolla di accompagnamento (XAB) per acqua
Non occorre la bolla di accompagnamento (XAB) per fiammiferi
Non occorre la bolla di accompagnamento (XAB) per oli minerali
Non occorre la bolla di accompagnamento (XAB) per tabacchi
Ogni autoveicolo destinato al trasporto di cose per conto di terzi deve essere contraddistinto da una striscia diagonale di colore bianco sulla parte anteriore
Ogni autoveicolo destinato al trasporto di cose per conto di terzi deve essere contraddistinto da una striscia diagonale di colore rosso sulla parte anteriore
Ogni autoveicolo destinato al trasporto di cose per conto di terzi deve essere immatricolato come autoveicolo uso terzi
Per circolare in ambito nell'ambito dell'Unione europea, un veicolo che effettua trasporto per conto di terzi deve avere a bordo una autorizzazione CEMT
Per circolare nell'ambito dell'Unione europea, un veicolo che effettua trasporto per conto di terzi deve avere a bordo la licenza comunitaria in originale
Per circolare nell'ambito dell'Unione europea, un veicolo che effettua trasporto per conto di terzi deve avere a bordo un certificato che attesti la categoria d'inquinamento del veicolo (EURO 1, 2, 3 ecc.)
Per circolare nell'ambito dell'Unione europea, un veicolo che effettua trasporto per conto di terzi deve avere a bordo una copia conforme della licenza comunitaria
Per circolare nell'ambito dell'Unione europea, un veicolo che effettua trasporto per conto di terzi deve avere a bordo una fotocopia della licenza comunitaria
Per effettuare il trasporto di cose in conto proprio bisogna essere titolari di una licenza per ciascun veicolo di massa complessiva superore a 6 t
Per effettuare il trasporto di cose in conto proprio bisogna iscriversi all'Albo degli autotrasportatori
Per effettuare il trasporto di cose in conto proprio con un veicolo di massa complessiva a pieno carico pari a 10 t., non serve nessuna licenza particolare
Per effettuare il trasporto di cose in conto proprio il veicolo deve avere una massa superiore alle 3,5 t
Per effettuare il trasporto di cose in conto proprio il veicolo deve essere contraddistinto da striscia diagonale di colore bianco sulla parte posteriore
Per effettuare il trasporto di cose in conto proprio le cose trasportate devono avere stretta attinenza con l'attività
Per effettuare il trasporto di cose in conto proprio su veicoli di massa complessiva a pieno carico inferiore a 6 t non è necessaria alcuna licenza
Per effettuare il trasporto internazionale di merci su strada per conto di terzi con un veicolo a motore e un rimorchio, è necessario essere in possesso della licenza comunitaria per il veicolo a motore e di quella per il rimorchio
Per effettuare il trasporto internazionale di merci su strada per conto di terzi è necessario che i due paesi abbiano firmato un accordo bilaterale
Per effettuare il trasporto internazionale di merci su strada per conto di terzi in ambito comunitario per ogni veicolo con eventuale rimorchio è sufficiente avere a bordo la copia conforme della licenza comunitaria
Per effettuare il trasporto internazionale di merci su strada per conto di terzi tra Francia e Spagna è necessario rifarsi agli accordi bilaterali o multilaterali
Per effettuare il trasporto internazionale di merci su strada per conto di terzi tra l'Italia e la Romania, è necessario rifarsi all'accordo Interbus
Per effettuare il trasporto internazionale di merci su strada per conto di terzi tra l'Italia e la Russia, per ogni paese extracomunitario attraversato, di norma è necessaria un'autorizzazione
Per effettuare il trasporto internazionale di merci su strada per conto di terzi tra uno Stato membro dell'UE e un paese terzo, è necessario rifarsi agli accordi bilaterali o multilaterali
Per effettuare trasporto di cose in conto proprio bisogna essere titolari di una licenza rilasciata dalla Provincia
Per effettuare trasporto di cose per conto di terzi con autoveicoli di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t, l'unico requisito necessario è l'onorabilità
Per effettuare trasporto di cose per conto di terzi l'imprenditore deve iscriversi all'Albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto di terzi
Per effettuare trasporto di cose per conto di terzi le imprese con autoveicoli di massa complessiva a pieno carico non superiore a 1,5 t devono dimostrare solo il requisito dell'onorabilità
Per effettuare trasporto di cose per conto di terzi le imprese con autoveicoli di massa complessiva a pieno carico superiore a 1,5 t devono dimostrare di avere la capacità finanziaria
Per effettuare trasporto di cose per conto di terzi le imprese con autoveicoli di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t devono dimostrare l'idoneità professionale
Per effettuare trasporto di cose per conto di terzi le imprese con autoveicoli di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t, devono dimostrare di possedere i seguenti requisiti: onorabilità, capacità finanziaria, idoneità professionale
Per effettuare trasporto di cose per conto di terzi le imprese debbono iscriversi all'Albo dei noleggiatori
Per eventuali ammanchi di merce nei magazzini doganali di temporanea custodia gestiti da privati, dei diritti di confine risponde il gestore del magazzino
Per il trasporto internazionale di benzina serve il DAA
Per l'effettuazione di trasporto di cose in conto proprio, l'impresa deve ottenere, per ciascun autoveicolo di massa complessiva superiore a 6 t, una licenza
Per le merci che devono essere esportate da paesi dell'UE verso paesi extracomunitari al termine delle operazioni doganali, l'esportatore entra in possesso della bolletta doganale che serve per l'uscita dalla UE delle merci
Per le merci che devono essere esportate da paesi dell'UE verso paesi extracomunitari c'è sempre uno spedizioniere che si occupa della presentazione della dichiarazione di esportazione alla dogana
Per le merci che devono essere esportate da paesi dell'UE verso paesi extracomunitari è necessaria una dichiarazione doganale di esportazione, che deve essere presentata alla dogana su appositi formulari DAU
Per le merci che devono essere esportate da paesi dell'UE verso paesi extracomunitari è necessario che le cose siano accompagnate da una bolletta doganale fino all'uscita dal confine doganale
Per le merci che devono essere esportate da paesi dell'UE verso paesi extracomunitari è necessario presentare una dichiarazione doganale
Per le merci che devono essere esportate da paesi dell'UE verso paesi extracomunitari è possibile presentare la dichiarazione doganale avvalendosi di sistemi informatici
Per le merci che devono essere esportate da paesi dell'UE verso paesi extracomunitari è possibile presentare la dichiarazione doganale solo avvalendosi di sistemi informatici
Per le merci che devono essere esportate da paesi dell'UE verso paesi extracomunitari l'impresa di autotrasporto deve necessariamente avvalersi di un conducente extracomunitario
Per le merci che devono essere esportate da paesi dell'UE verso paesi extracomunitari non è necessario presentare alcun documento in dogana
Per le merci che devono essere esportate da paesi dell'UE verso paesi extracomunitari se i Paesi interessati sono Italia e Svizzera, la merce non è sottoposta ad alcun controllo alla dogana
Per le merci extra UE in entrata in Italia non scortate da documenti doganali di transito, la dichiarazione sommaria scritta va presentata da qualsiasi persona
Per le merci extra UE in entrata in Italia non scortate da documenti doganali di transito, la dichiarazione sommaria scritta va presentata dal detentore delle merci o il suo rappresentante
Per le merci extra UE in entrata in Italia non scortate da documenti doganali di transito, la dichiarazione sommaria scritta va presentata dal magazziniere
Per le merci extra UE in entrata in Italia non scortate da documenti doganali di transito, la dichiarazione sommaria scritta va presentata dall'autotrasportatore
Per merci comunitarie si intendono merci dette "in libera pratica nell'UE", se non sono ancora stati pagati i dazi
Per merci comunitarie si intendono merci dette "in libera pratica", se sono originarie di paesi membri
Per merci comunitarie si intendono merci dette "non in libera pratica", se sono originarie di paesi membri
Per merci comunitarie si intendono merci importate da paesi o territori che non fanno parte del territorio doganale della Comunità e immesse in libera pratica
Per merci comunitarie si intendono merci interamente ottenute nel territorio doganale della Comunità
Per merci comunitarie si intendono merci sdoganate
Per quanto riguarda l'utilizzo della autorizzazione CEMT è previsto l'obbligo, in alcuni paesi aderenti, di usare veicoli appartenenti a certe categorie d'inquinamento EURO
Per quanto riguarda l'utilizzo della autorizzazione CEMT non sono previste restrizioni di utilizzo
Per quanto riguarda l'utilizzo della autorizzazione CEMT sono previste restrizioni di carattere temporale, territoriale, sul numero massimo di viaggi che non coinvolgono il Paese di stabilimenti dell'impresa
Per quanto riguarda l'utilizzo della autorizzazione CEMT sono previste restrizioni solo in ordine alla tipologia dei veicoli che l'impresa è obbligata ad utilizzare
Per quanto riguarda l'utilizzo della autorizzazione CEMT sono previste solo restrizioni di tipo temporale
Per transitare dal territorio Svizzero attraverso il confine di Ponte Chiasso e/o di Gaggiolo oltre al documento doganale di transito necessita il carnet TIR
Per transitare dal territorio Svizzero attraverso il confine di Ponte Chiasso e/o di Gaggiolo oltre al documento doganale di transito necessita il DDT
Per transitare dal territorio Svizzero attraverso il confine di Ponte Chiasso e/o di Gaggiolo oltre al documento doganale di transito necessita la fattura
Per transitare dal territorio Svizzero attraverso il confine di Ponte Chiasso e/o di Gaggiolo oltre al documento doganale di transito necessita la scheda di circolazione azzurra
Per trasportare animali vivi è sempre obbligatoria una documentazione che specifichi origine degli animali e caratteristiche del viaggio
Per trasportare benzina non è obbligatorio compilare una scheda tecnica contenente le indicazioni e le precauzioni da usare in caso di incedente o di perdita del carico
Per trasportare bevande alcoliche non serve il DAS ma il DAA
Per trasportare fiammiferi è necessario i avere un documento che certifichi la posizione delle merci in merito all'accisa
Per trasportare latte ed alimenti in genere è necessaria una dichiarazione di scorta o documento equipollente
Per trasportare merci di tutti i generi non è più usata la fattura accompagnatoria
Per trasportare merci pericolose bisogna attenersi all'accordo ADR
Per trasportare merci pericolose deve essere sempre presente sul veicolo anche una fattura
Per trasportare merci pericolose è sufficiente essere in possesso di un normale documento di trasporto
Per trasportare petrolio è obbligatoria la lettera di vettura
Per trasportare rifiuti è necessario che l'impresa sia iscritta all'Albo nazionale gestori ambientali
Per trasportare rifiuti è necessario compilare un modulo di identificazione
Per trasportare rifiuti è sufficiente che l'impresa sia iscritta all'Albo nazionale degli autotrasportatori
Per trasportare tabacchi è necessario avere un documento che certifichi la posizione delle merci in merito all'accisa
Per trasporto cumulativo s'intende il trasporto di diverse tipologie di merci
Per trasporto cumulativo s'intende il trasporto di più partite
Per trasporto cumulativo s'intende il trasporto effettuato da più vettori successivi con un unico contratto
Per trasporto cumulativo s'intende il trasporto effettuato da un unico vettore con più luoghi di scarico
Per un trasporto di merci tra Italia e Polonia è necessaria la licenza comunitaria
Per un trasporto di merci tra Italia e Polonia è necessaria un'autorizzazione bilaterale
Per un trasporto di merci tra Italia e Polonia è necessaria un'autorizzazione CEMT
Per un trasporto di merci tra Italia e Polonia non serve nessuna autorizzazione
Quale prova della regolarità di esercizio del cabotaggio a bordo deve trovarsi tra l'altro la documentazione di prova del trasporto nazionale con cui è stato raggiunto, scarico, il territorio dello Stato membro di destinazione
Quale prova della regolarità di esercizio del cabotaggio a bordo deve trovarsi tra l'altro la documentazione relativa ad ogni trasporto di cabotaggio effettuato
Quale prova della regolarità di esercizio del cabotaggio a bordo deve trovarsi tra l'altro la licenza comunitaria
Quale prova della regolarità di esercizio del cabotaggio a bordo deve trovarsi tra l'altro qualsiasi documento che contiene nome, indirizzo e firma del mittente
Qualora per l'esecuzione del trasporto occorrano particolari documenti, il destinatario deve trasmetterli via fax
Qualora per l'esecuzione del trasporto occorrano particolari documenti, il mittente deve rimetterli al vettore all'atto in cui consegna le cose da trasportare
Qualora per l'esecuzione del trasporto occorrano particolari documenti, il vettore ha il compito di procurarseli presso gli organi competenti
Qualora per l'esecuzione del trasporto occorrano particolari documenti, il vettore può sostituirli con l'autocertificazione
Quando il conducente del veicolo viola le norme di sicurezza della circolazione stradale, è da ritenersi corresponsabile (obbligato in solido) solo il caricatore
Quando il conducente del veicolo viola le norme di sicurezza della circolazione stradale, è da ritenersi corresponsabile (obbligato in solido) solo il vettore
Quando il conducente del veicolo viola le norme di sicurezza della circolazione stradale, sono da ritenersi corresponsabili (obbligati in solido) anche il vettore, il committente, il caricatore ed il proprietario delle merci trasportate qualora il conducente abbia avuto istruzioni, tramite un contratto in forma scritta, che abbiano comportato tali violazioni
Quando il conducente del veicolo viola le norme di sicurezza della circolazione stradale, sono da ritenersi corresponsabili (obbligati in solido) il vettore, il committente, il caricatore ed il proprietario delle merci trasportate
Quando la licenza per trasporto merci in conto proprio è rilasciata per autoveicoli aventi portata utile superiore a 3 t per ciascun trasporto deve essere emessa la bolla di accompagnamento per tutte le merci
Quando la licenza per trasporto merci in conto proprio è rilasciata per autoveicoli aventi portata utile superiore a 3 t per ciascun trasporto deve essere emesso il documento di trasporto occasionale qualora le merci, pur appartenenti all'intestatario o nella sua disponibilità, non rientrino fra quelle elencate in licenza ma pur sempre attinenti all'attività da lui svolta
Quando la licenza per trasporto merci in conto proprio è rilasciata per autoveicoli aventi portata utile superiore a 3 t, per ciascun trasporto deve essere emesso il documento delle merci trasportate in conto proprio, contenente l'elencazione delle cose trasportate e la dichiarazione che esse sono nella disponibilità del titolare della licenza
Quando la licenza per trasporto merci in conto proprio è rilasciata per autoveicoli aventi portata utile superiore a 3 t, per ciascun trasporto deve essere in ogni caso emessa la lettera di vettura
S'intende per territorio doganale italiano il territorio italiano circoscritto dalla linea doganale
S'intende per territorio doganale italiano tutto il territorio italiano
S'intende per territorio doganale italiano tutto il territorio italiano e la Corsica
S'intende per territorio doganale italiano tutto il territorio italiano ma non l'isola di Pantelleria
Se durante la circolazione il veicolo supera la massa limite, il conducente è corresponsabile (obbligato in solido) con il committente se il trasporto è effettuato in suo conto esclusivo
Se il vettore ha problemi a consegnare la merce deve chiedere indicazioni al destinatario e non al mittente
Se il vettore ha problemi a consegnare la merce deve chiedere indicazioni al mittente
Se il vettore ha problemi a consegnare la merce e la vende per conto del proprietario, anche se le spese risultano superiori ai ricavi, il vettore non ha diritto ad alcun rimborso delle spese sostenute
Se il vettore ha problemi a consegnare la merce in quanto il destinatario è irreperibile, se la merce è soggetta a rapido deterioramento, può farla vendere per conto del proprietario
Se il vettore ha problemi a consegnare la merce in tempo, per causa non imputabile a lui, deve comunque provvedere alla custodia della merce
Se il vettore ha problemi a consegnare la merce in tempo, per causa non imputabile a lui, non è tenuto alla custodia della merce
Se il vettore ha problemi a consegnare la merce perché il destinatario risulta irreperibile, in accordo col mittente, può depositare la merce in un locale di pubblico deposito
Se il vettore ha problemi a consegnare la merce perché il destinatario si rifiuta di riceverla, può decidere di venderla, in questo caso il ricavo spetta interamente al vettore
Se il vettore ha problemi a consegnare la merce perché il destinatario si rifiuta di riceverla, può depositare la merce in un locale di pubblico deposito, in accordo col mittente
Se il vettore ha problemi a consegnare la merce può decidere di interrompere il trasporto, nel caso in cui gli impedimenti o i ritardi non siano imputabili a lui
Si configura un trasporto abusivo quando si effettua il sovraccarico, si circola nei giorni vietati, non si applicano tariffe obbligatorie
Si configura un trasporto abusivo quando si effettua il trasporto con personale non in regola, senza assicurazione RCA, senza aver versato il contributo all'Albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto di terzi
Si configura un trasporto abusivo quando si effettua il trasporto senza iscrizione all'Albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto di terzi
Si configura un trasporto abusivo quando si trasportano clandestini
Si configura un trasporto abusivo quando si violano i limiti relativi all'iscrizione all'Albo degli autotrasportatori
Si configura un trasporto abusivo quando si violano le condizioni relative all'iscrizione all'Albo degli autotrasportatori
Si definisce attività di autotrasporto di cose per conto di terzi, l'attività di trasporto svolta imprenditorialmente dietro corrispettivo
Si definisce autotrasporto di cose per conto di terzi, l'attività di trasporto di merci di proprietà dell'intestatario del veicolo
Sono esenti dall'applicazione della CMR i traslochi
Sono esenti dall'applicazione della CMR i trasporti a titolo gratuito
Sono esenti dall'applicazione della CMR i trasporti di derrate deperibili
Sono esenti dall'applicazione della CMR i trasporti effettuati sulla base di convenzioni postali internazionali
Sono esenti dall'applicazione della CMR i trasporti funebri
Sono esenti dall'applicazione della CMR tutti i trasporti effettuati nel SEE
Sono esenti dall'applicazione della CMR tutti i trasporti effettuati nell'UE
Sono liberi da ogni regime di licenza comunitaria i trasporti in ambito UE di effetti postali nell'ambito di un regime di pubblico servizio
Sono liberi da ogni regime di licenza comunitaria i trasporti in ambito UE di medicinali, apparecchiature ed attrezzature mediche, nonché altri articoli necessari in caso di soccorsi urgenti, soprattutto in presenza di calamità naturali
Sono liberi da ogni regime di licenza comunitaria i trasporti in ambito UE di merci in conto proprio
Sono liberi da ogni regime di licenza comunitaria i trasporti in ambito UE di merci per conto terzi
Sono liberi da ogni regime di licenza comunitaria i trasporti in ambito UE di merci per conto terzi in regime di cabotaggio
Sono liberi da ogni regime di licenza comunitaria i trasporti in ambito UE di veicoli danneggiati o da riparare
Sono liberi da ogni regime di licenza comunitaria i trasporti in ambito UE, ad eccezione di quelli esenti per massa, per portata o per particolare tipologia
Sono liberi da ogni regime di licenza comunitaria i trasporti in ambito UEcon veicoli la cui massa complessiva, compresa quella di un eventuale rimorchio, non sia superiore a 6 t oppure effettuati con veicoli la cui portata, compresa quella di un eventuale rimorchio, non sia superiore a 3,5 t
TIR deve essere esposta su tutti gli autoveicoli di massa complessiva superiore a 3,5 t
TIR è la sigla di Transports Internationaux Routiers
TIR è posto sul retro di alcuni mezzi destinati al trasporto di merci in conto proprio
TIR è un accordo internazionale
TIR è una sigla indicata sulla tabella rettangolare di colore azzurro, posta sul retro di alcuni automezzi pesanti
TIR è una sigla nata per indicare i grandi mezzi di trasporto su strada
TIR sta ad indicare che il mezzo su cui è posto è stato costruito in Francia secondo rigide direttive europee
TIR sta ad indicare che il mezzo su cui è posto non è dotato di carnet TIR
TIR sta ad indicare che il mezzo su cui è posto utilizza il carnet TIR
Tra le parti di un contratto di trasporto di merci vi sono caricatore e destinatario
Tra le parti di un contratto di trasporto di merci vi sono mittente e destinatario
Tra le parti di un contratto di trasporto di merci vi sono mittente e vettore
Tra le parti di un contratto di trasporto di merci vi sono proprietario della merce e distributore
Tra le parti di un contratto di trasporto di merci vi sono proprietario della merce, caricatore, mittente, vettore e destinatario
Tra le parti di un contratto di trasporto di merci vi sono spedizioniere e destinatario
Tra le parti di un contratto di trasporto di merci vi sono venditore e acquirente della merce
Tutte le merci trasportate da una regione ad un'altra devono essere munite di documenti doganali
Tutti i servizi di trasporto di merci sono assoggettati al regime CMR
Un trasporto viene definito "paese terzo" quando avviene fra due Stati che non sono membri dell'Unione europea
Un trasporto viene definito "paese terzo" quando avviene fra due stati membri dell'Unione europea
Un trasporto viene definito "paese terzo" quando il carico è costituito da merci prodotte in uno Stato non membro dell'Unione europea
Un trasporto viene definito "paese terzo" quando le cose sono caricate in un Paese per essere portate in un altro con un veicolo immatricolato in un Paese diverso da quello in cui il trasporto comincia o termina
Un veicolo adibito al trasporto merci per conto terzi, in ambito UE, non deve essere munito della copia conforme della licenza comunitaria qualora abbia una massa complessiva di 7,5 tonnellate
Un veicolo adibito al trasporto merci per conto terzi, in ambito UE, non deve essere munito della copia conforme della licenza comunitaria qualora abbia una massa complessiva non superiore alle 6 t
Un veicolo adibito al trasporto merci per conto terzi, in ambito UE, non deve essere munito della copia conforme della licenza comunitaria qualora la portata utile non superi 7,5 t
Un veicolo adibito al trasporto merci per conto terzi, in ambito UE, non deve essere munito della copia conforme della licenza comunitaria qualora la portata utile non superi le 3,5 t
Un veicolo adibito al trasporto merci per conto terzi, in ambito UE, non deve essere munito della copia conforme della licenza comunitaria qualora la portata utile non superi le 6 t
Un veicolo è adibito al trasporto in conto proprio quando l'imprenditore si obbliga, dietro corrispettivo, a prestare i servizi di trasporto ordinati dal mittente
Un'impresa di autotrasporto, per poter effettuare trasporti conto terzi con veicoli di portata superiore a 3,5 tonnellate all'interno dell'Unione europea occorre che sia iscritta all'Albo degli autotrasportatori, già titolare di autorizzazione nazionale ed abilitata per i trasporti internazionali
Un'impresa di autotrasporto, per poter effettuare trasporti conto terzi con veicoli di portata superiore a 3,5 tonnellate all'interno della UE deve effettuare il trasporto con veicoli di classe d'inquinamento minima EURO 3
Un'impresa di autotrasporto, per poter effettuare trasporti conto terzi con veicoli di portata superiore a 3,5 tonnellate all'interno della UE è sufficiente che sia iscritta all'Albo degli autotrasportatori
Un'impresa di autotrasporto, per poter effettuare trasporti conto terzi con veicoli di portata superiore a 3,5 tonnellate all'interno della UE non deve possedere alcun requisito particolare in quanto il trasporto nell'ambito della UE è libero
Un'impresa di autotrasporto, per poter effettuare trasporti conto terzi con veicoli di portata superiore a 3,5 tonnellate all'interno della UE occorre che si doti della licenza comunitaria
Un'impresa di autotrasporto, per poter effettuare trasporti conto terzi con veicoli di portata superiore a 3,5 tonnellate all'interno della UE occorre che sia iscritta all'Albo degli autotrasportatori e già titolare di autorizzazione
Un'impresa italiana specializzata in traslochi che intende effettuare un trasporto in un Paese membro della CEMT deve risultare assegnataria di una autorizzazione CEMT ottenuta a seguito di partecipazione alla graduatoria annuale
Un'impresa italiana specializzata in traslochi che intende effettuare un trasporto in un Paese membro della CEMT non ha l'obbligo di dotarsi di una autorizzazione in quanto i traslochi sono liberalizzati nell'area CEMT
Un'impresa italiana specializzata in traslochi che intende effettuare un trasporto in un Paese membro della CEMT può chiedere il rilascio di una autorizzazione CEMT fuori contingente
Un'impresa italiana specializzata in traslochi non può, per nessun motivo, essere autorizzata a svolgere un trasporto in un Paese membro della CEMT
NEWS
Patente A: si può portare un passeggero se si ha il foglio rosa?
Rinnovo patente