Prestazioni didattiche: dal 2 Settembre scatta l'Iva anche sulle lezioni per prendere la patente

24/09/19

E' stata la Corte di Giustizia Europea, con sentenza del 14 Marzo 2019 a stabilire che le lezioni di scuola guida, sia di teoria che di guida, non sono un insegnamento " scolastico o universitario" pertanto devono essere assoggettate ad Iva.

Tutto nasce dalla domanda che il titolare di un'autoscuola Tedesca ha rivolto alle autorità Comunitarie chiedendo se potessero anche le autoscuole Tedesche  non applicare l'Iva sulle prestazioni didattiche finalizzate al conseguimento delle patenti (cosa che fino alla sentenza della Corte di Giustizia faceva, oltre che l?Italia, la sola Spagna).

La Corte di Giustizia ha stabilito che non erano gli Stati che l'applicavano a doversi adeguare, ma quelli che non lo facevano.

Da qui, la comunicazione all'Agenzia delle Entrate che con la risoluzione N.79 del 2 Settembre 2019 ha ufiicialmente comunicato alle Autoscuole di applicare l'Iva (22%) su tutte le prestazioni didattiche.

In realtà ha preteso di più: che la norma fosse retroattiva, cioè applicabile a tutte le prestazioni effettuate dal 2014 (ultimo anno fiscalmente accertabile) in poi.

Tutte le associazioni di categoria e quelle dei consumatori si sono mobilitate contro questa grave ingiustizia che minerebbe profondamente la solidità economica delgi operatori del settore.

 



← Vedi l'archivio delle news


NEWS
Prestazioni didattiche: dal 2 Settembre scatta l'Iva anche sulle lezioni per prendere la patente
Esami di guida: sempre più un miraggio